social

Weekend sul lago di Como, le 10 migliori escursioni scelte per voi

Le nostre proposte per scoprire tutte le magie del Lario in questo secondo fine settimana di giugno

Secondo weekend di giungo con il meteo che promette ancora qualche pioggia ma soprattutto ampie schiarite diurne. Ecco quindi i nostri suggerimenti, oltre agli eventi, tra le tante escursioni che si possono fare sul lago di Como in questo lungo fine settimana segnato nuovamente dal tempo instabile. Qualche meta per trascorrere all'aperto questi giorni che ci accompagnano all'estate. Una guida con tutte le gite sul Lario e dintorni. 

1 . Grotta dell'Orso

grotta orso 1

La Grotta dell'Orso si trova in territorio italiano, a poche centinaia di metri dalla vetta del Monte Generoso. È raggiungibile a piedi percorrendo il sentiero che parte da Orimento oppure salendo in prossimità della stazione della Ferrovia del Monte Generoso (CH). Situata sul versante orientale del monte, la Grotta ha custodito per millenni un importante giacimento costituito da un buon numero di reperti dell'Orso delle caverne (Ursus spelaeus), che viveva nella zona e che è estinto da circa 20mila anni. La Grotta dell'Orso fu scoperta nel 1988 da due speleologi della Sezione Ticino, appartenente all'Associazione Speleologia Svizzera, che, percorrendo in estate la zona, ne individuarono l'apertura. Continua

2 . Capanna Mara

capanna mara4

Seppure l'estate non sia ancora esplosa, basta un raggio di sole per scaldare una città in balia del turismo. Il Rifugio Capanna Mara è situato tra i monti Bollettone e Palanzone e precisamente poco sotto il valico che mette in comunicazione la Val Bova e la Val di Gaggia. Salire alla Capanna Mara dall'alpe del Vicerè è una passeggiata semplice e adatta a tutti, una passeggiata per nulla impegnativa dal punto di vista fisico. Raggiunta l'Alpe del Vicerè dal paese di Albavilla,in prossimità di Erba, si attraversa una strada asfaltata e abbastanza larga, sino a raggiungere l'Alpe in pochi minuti dove poi si trovano diversi parcheggi liberi. Da qui si prosegue a piedi seguendo la strada asfaltata che continua alla destra rispetto al campeggio Riella e conduce in circa 10 minuti al rifugio Cacciatori, dove termina il tratto asfaltato e percorribile dalle autovetture. Continua

3 . Borgo di Ponna

ponna foto valerio carletto2

Tra il Lario e il Ceresio, questo piccolo comune immerso nel verde della Val d’Intelvi nacque in seguito alla fusione dei comuni di Ponna Superiore e Inferiore nel 1756. Il paese è comodamente raggiungibile da Laino. Ponna conta 239 abitanti e si trova a 870 metri di altitudine. Grazie alla sua posizione sopraelevata, da qui è possibile godere di  una vista mozzafiato in particolare sul Lago di Lugano. La nascita di questo paese risale all’ Età del Bronzo, come testimoniano le pietre cupelliformi ritrovate dagli esperti. Alcuni reperti conservati nel museo Archeologico di Como dimostrano che Ponna fu abitata sin dal’ epoca romana. Qui è inoltre presente il Monte Tellero, che, con il suo laghetto, è uno dei luoghi più caratteristici della Valle Intelvi. Continua

4 . Le cascate di Domaso

lago como cascate domaso

Tra i tanti magici borghi che s’affacciano sul Lago di Como, quello di Domaso, con le sue case color pastello, è forse uno dei più belli ma anche forse poco noto.  Probabilmente di origine romana, Domaso ebbe nel corso del Medioevo importanza pari a Gravedona, con la quale fu spesso in lotta si per motivi politici, essendo in contrasto con Como, sia religiosi, volendo ottenere autonomia dalla Plebana di S.Vincenzo. L'antico borgo presenta una interessante stratificazione edilizia entro un impianto urbano caratterizzato da ripide viuzze che dalle case a portici sul lago, attraverso sottopassi ed archi, si inerpicano verso monte, concludendosi spesso con costruzioni aperte nel piano superiore in forma di ampi capanni a Capriate. Continua

5 . Borgo di Ossuccio

ossuccio

Certamente Ossuccio è uno dei borghi più affascinanti e ricchi di testimonianze storiche, artistiche e archeologiche del Lario, un angolo del nostro territorio che regala sempre nuove emozioni. Ossuccio si affaccia sulla cosiddetta Zoca de l'Oli, un golfo del Lago di Como così denominato per via della notevole tranquillità delle sue acque, appunto "lisce come l'olio" e alla quale Davide Va De Sfroos ha dedicato una delle sue tante belle canzoni lariane. È questa una zona che gode di clima talmente mite da favorire la fioritura di essenze mediterranee come gli ulivi. Da questo magnifico borgo della Tremezzina, tra le meraviglia della sua campagna si gode di una vista unica sull'isola Comacina, ad esempio dalla strada che raggiunge il Santuario della Madonna del Soccorso o la Torre del Soccorso del Fai. Altri punti magici sono quelli  di Santa Maria Maddalena con il suon storico campanile e della Chiesa di San Giacomo  ai piedi del lago di Como. Continua

6 . Alpe Comana

pratolina lago como valerio carletto3-2

La primavera è la stagione perfetta per scoprire alcuni dei luoghi montani più affascinanti del Lario. Autentici balconi da cui godere una vista mozzafiato del lago di Como. In Val d'Intelvi c'è un luogo facile da raggiungere che merita di essere scoperto. Vale insomma il tempo di una gita sia per un pranzo nel verde sia per le numerose passeggiate attraverso le quali si possono raggiungere altri rifugi: stiamo parlando del suggestivo Agristurismo La Pratolina Alpe Comana, comune di Schignano.  L'agriturismo, adiacente al laghetto e immerso nel verde, è situato all'interno della Foresta Regionale Valle Intelvi a 1100 m/slm; a breve distanza, da punti panoramici si può ammirare parte del lago di Como con i monti circostanti. Continua

7 . I borghi di Menaggio

menaggio borghi lago como

Un altro tratto del lago di Como tutto da scoprire in questa bella stagione. Un piacevole itinerario ad anello, partendo dal centro di Menaggio, ci porta infatto all'interno delle frazioni di Croce, Loveno e Nobiallo con le loro testimonianze storiche e artistiche. Si percorrono le tracce della vecchia ferrovia Menaggio-Porlezza, che a partire dal 1884 ha portato i turisti di tutta Europa sul Lago di Como, si scoprono le trincee scavate durante la Prima Guerra Mondiale sul Monte Crocetta, i resti del Castello di Menaggio distrutto nel 1523, il caratteristico borgo di Loveno con le sue ville e infine si visita Nobiallo, tipico villaggio di pescatori adagiato lungo la sponda del lago e attraversato da un tratto storico dell’Antica Via Regina. Continua

8 . Balcone sul Lario

panchina-lago-apertura-3-2

Un balcone naturale del lago di Como, dove il Lario si divide in due disegnando quella sagoma unica che lo ha reso celebre a livello internazionale. Stiamo parlando di Mezzedo, località lungo il Sentiero del Viandante, al confine tra i comuni di Lierna ed Esino, a 870 metri di altezza. Qui si trova uno dei punti panoramici più belli e suggestivi del territorio lecchese - ma forse meno conosciuti - rivolti sul lago con una splendida vista proprio nel punto in cui il Lago di Como di divide in due. Basta sedersi sulla panchina rivolta verso Bellagio per apprezzare sia la sponda lecchese, sia quella comasca intravedendo anche l'Isola Comacina. Continua

9 . Canyon nascosto

val sanagra 2

Appena sopra Menaggio, si trova il Parco della Val Sanagra. Un vasto territorio ricco di flora, fauna e antichi insediamenti rurali all’interno del quale sono tracciati numerosi percorsi. Il Parco è definito “una perla di natura tra Lario e Ceresio” e si colloca in una splendida vallata che si incunea nel cuore delle Prealpi Lepontine. L’’affascinante Orrido della Val Sanagra segue il corso del fiume nel suo tratto più inforrato. Si tratta di un vero e proprio canyon, spettacolare, stretto e profondo, che prosegue per un lungo tratto fra due imponenti pareti rocciose. Il sentiero, in alcuni tratti, é  scavato nella roccia e affacciato su alti burroni, è percorribile tramite passerelle (non adatta a chi soffre di vertigini). Continua

10 . Greenway

lago como greenway foto lozzi

Immersa nello splendido paesaggio naturale della sponda occidentale del Lago di Como, la Greenway è una piacevole passeggiata adatta a tutti e a tutte le stagioni. Copre un percorso di circa 10 km seguendo a tratti l’Antica Via Regina. Il bello di questa camminata è che si attraversano i borghi e si gode di meravigliose vedute del Lario. L’itinerario si può dividere in 7 tappe, da Colonno a Sala Comacina, da Sala Comacina a Ossuccio, da Ossuccio a Lenno, da Lenno a Mezzegra, da Mezzegra a Tremezzo, da Tremezzo a Griante, da Griante alla fine della Greenway. Vediamole nel dettaglio. Continua

Tutti i Mercatini in città

Tutti gli eventi in città

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Weekend sul lago di Como, le 10 migliori escursioni scelte per voi
QuiComo è in caricamento