rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
social San Fedele Intelvi

Itinerari lariani: alla scoperta della Grotta dell'Orso

Scenari spettacolari tra Orimento e il Monte Generoso

La Grotta dell'Orso si trova in territorio italiano, a poche centinaia di metri dalla vetta del Monte Generoso. È raggiungibile a piedi percorrendo il sentiero che parte da Orimento oppure salendo in prossimità della stazione della Ferrovia del Monte Generoso (CH). Situata sul versante orientale del monte, la Grotta ha custodito per millenni un importante giacimento costituito da un buon numero di reperti dell'Orso delle caverne (Ursus spelaeus), che viveva nella zona e che è estinto da circa 20mila anni. La Grotta dell'Orso fu scoperta nel 1988 da due speleologi della Sezione Ticino, appartenente all'Associazione Speleologia Svizzera, che, percorrendo in estate la zona, ne individuarono l'apertura. La Caverna al momento della scoperta, prima degli interventi per facilitarne l'accesso per fini turistici avvenuti nel 1998, era costituita da uno stretto cunicolo iniziale, lungo circa 25 metri, per mezzo del quale si accedeva ad una prima sala ("Saletta") dalla quale, attraverso uno stretto e difficile sifone, si giungeva dopo circa 70 metri in una sala più ampia ("Sala Terminale") all'interno della quale furono trovati i primi reperti di orso delle caverne (Ursus spelaeus) che hanno dato l'impulso determinante per l'esecuzione dei primi scavi paleontologici (1991).

grotta orso 3

I primi studi relativi a reperti di Ursus spelaeus e Ursus arctos raccolti in superficie avvennero nel 1989. Vista la stabilità e la sicurezza della Grotta è stato permesso ai turisti di visitare la cavità a seguito di uno scavo che ha interessato la stessa dall'ingresso fino all'inizio della "Sala Terminale". Qui fu trovato anche materiale paleontologico che attesta la presenza di altre specie animali come il lupo, l’alce, l’orso bruno, il cervo megacero e piccoli mammiferi; infine la scoperta di manufatti in selce testimonia la sporadica presenza dell’uomo di Neanderthal in questo sito. La Grotta dell’Orso, la cui temperatura interna è tra gli otto e i dieci gradi centigradi, è ora visitabile nei mesi estivi con guida. Al suo interno si possono vedere la ricostruzione dello scheletro di un orso "delle caverne" e parecchie ossa ritrovate: mandibole, crani, tibie, omeri, denti; infine, grazie al supporto della realtà aumentata, i visitatori potranno vivere una vera e propria esperienza nella preistoria!!!

La rivalutazione della grotta rientra in un progetto finanziato da Interreg, Operazione co-finanziata dall’Unione europea, Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, dallo Stato Italiano, dalla Confederazione elvetica e dai Cantoni nell’ambito del Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera.

Gli orari prenotabili dal sito prevedono la visita con visore di realtà aumentata; sarà possibile visitare la grotta anche nelle altre fasce orarie senza il supporto del visore 3D scrivendo al seguente indirizzo email: grottadellorso@gmail.com o contattando: +39 388/1578121

Prezzi

  • visita guidata con visore di realtà aumentata: €. 15,00.=
  • visita guidata ordinaria: €. 10,00.=
  • bambini sotto gli 8 anni: gratis

- Si raccomanda di portare con sè una giacca o altro indumento coprente.

- In caso di maltempo il sito non sarà fruibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Itinerari lariani: alla scoperta della Grotta dell'Orso

QuiComo è in caricamento