Lago di Como, tutti i segreti dell'Isola Comacina

L'incredibile storia del gioiello della Tremezzina

Isola Comacina

Forse quello dove sorge l'Isola Comacina è uno degli angoli più belli del Lago di Como. Un gioiello delle Tremezzina, piccolo paradiso per chiunque ami solcare il Lario in barca. Un incanto che non smette di attirare attenzione su di sè, proprio lì dove l'acqua del lago si fa ancora più dolce. Un fascino intatto, seppure quest'isola meriterebbe ancora più cura, ad inizare dai pontili dove si attracca. Appena si sbarca, forse complice la pandemia, oggi si è infatti pervasi da un senso di abbandono, non solo per la Locanda chiusa. Anche la bellissime case degli artisti sembrano svuotate dallo spirito con cui sono nate e lassù in cima, dove sorge la chiesa il silenzio è quasi spettrale. Ma godersi l'isola in queste condizioni, senza l'assalto dei turisti, ha ovviamente un fascino incredibile. La sua storia è millenaria e forse in pochi la conoscono davvero.

lago di como isola comacina mp 12-2

La storia dell'Isola Comacina

Abitata sin dai tempi più antichi, per la sua posizione strategica, quest’unica isola del lago di Como ha avuto una sua particolare storia. Il ritrovamento sotto l’attuale chiesa di S. Giovanni dei resti di un edificio con colonne indica l’esistenza di una costruzione di epoca romana di notevoli proporzioni, forse una villa o un tempio pagano. Verso la metà del V secolo il cristianesimo fu diffuso sul territorio e il Vescovo di Como S. Abbondio fondò sull’isola un oratorio dedicandolo a S. Eufemia. La storia dell’isola si distinse al tempo delle invasioni barbariche alla metà del vi secolo. Fu proprio sull’isola fortificata che il Magister militum Francione, l’ultimo comandante militare bizantino, governò per anni, e resistette per sei mesi agli assedi dei Longobardi di Autari prima di capitolare nel 585.

Fonte di queste notizie è uno storico longobardo, il frate Paolo Diacono. Che fosse un luogo forte e sicuro è dimostrato dal fatto che le fortificazioni dell’isola servirono da rifugio a vari capi longobardi ribelli o in fuga. Una parentesi di pace dal 607 al 616 fu portata da Agrippino, primo vescovo di Como nominato da Aquileia, che sull’isola morì e fu sepolto. Alla fine del X secolo l’isola fu occupata dal Vescovo di Como Gualdo e un suo successore Litigerio fondò la Collegiata di S. Eufemia nel 1031.

lago di como isola comacina mp 16-2

In Epoca Comunale l’Isola, sempre più potente, si schierò a fianco di Milano contro Como e ne seguì le vicende fino alla sconfitta di Milano dovuta all’Imperatore Federico i, detto il Barbarossa. I Comaschi, desiderosi di vendetta, ottennero dall’imperatore la distruzione dell’isola nel 1169. All’interno delle mura fortificate dell’isola sorgeva un abitato con scale intagliate nella roccia, edifici in muratura e impianti fognari e le fonti storiche ci hanno lasciato il nome di alcuni edifici religiosi esistenti prima della distruzione: S. Eufemia, S .Giovanni, S. Maria con il Portico, S. Pietro, e il convento dei SS. Faustino e Giovita.

Dalla sua distruzione l’isola non fu più abitata. Ancora oggi ogni anno si ricorda questo tragico avvenimento il sabato e la domenica della settimana in cui cade il 24 giugno, festa di San Giovanni. Il lago viene illuminato a giorno con migliaia di lumaghitt, lumini galleggianti abbandonati sulle acque, come a ricordare le anime derelitte che navigarono da una sponda all'altra, scappando dalle proprie case in fiamme. Uno spettacolo pirotecnico ricostruisce l'incendio e la distruzione dell'isola.

lago di como isola comacina mp 9-2

Dapprima di proprietà vescovile, l'isola successivamente passò di mano attraverso diversi proprietari. Nel 1919 venne persino lasciata in eredità al re Alberto I del Belgio e per un anno divenne un'enclave sotto sovranità belga, nel 1920 venne restituita allo Stato italiano attraverso un Ente morale con a capo il Console del Belgio e il presidente dell'Accademia di Brera con lo scopo di costruire un villaggio per artisti e un albergo. L'albergo non venne mai realizzato, vennero però costruite, oltre alla locanda nel 1964, tre villette nel 1939 su progetto dell'architetto Pietro Lingeri ben inserite nel contesto dell'isola e tuttora oggetto di ammirazione.

lago di como isola comacina mp cover-2

La Basilica romanica di S. Eufemia fu invece riportata alla luce nel 1914 dalla campagna di scavi condotta dall’archeologo Ugo Monnaret De Villard. Bisogna però arrivare al 1958 perché una organica campagna di scavi, guidata dall’Architetto L. M. Belloni, riportasse alla luce le aree di vari edifici religiosi compreso un battistero biapsidale con mosaici. L’attuale chiesa dedicata a S. Giovanni fu costruita nel xvi secolo sulle rovine di precedenti edifici, come si deduce da un documento datato 1683, dal quale trae pure origine la Sagra di S. Giovanni Battista (fine giugno), ricorrenza particolarmente sentita dalla popolazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

  • Quattro ristoranti? Di più, ecco chi sono i master chef lariani

  • Lago di Como come in una favola, il matrimonio di Elettra Lamborghini: le foto social

  • Elettra Lamborghini e Afrojack sul lago di Como per il grande giorno: tutto sulle nozze

  • L'Orrido di Nesso, la cascata che fa paura e rumore quando piove

  • Mentre Boris Johnson accusa l'Italia, la compagna Carrie Symonds si diverte sul Lago di Como

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento