rotate-mobile
Magic Lake

Le 10 migliori gite sul lago di Como per il 1° maggio

Le nostre proposte per vivere il Lario e i suoi dintorni in primavera (meteo permettendo)

Giorno di festa  con il meteo che promette soprattutto pioggia con qualche breve sprazzo di sole. Ecco comunque i nostri suggerimenti, oltre agli eventi, per questo mercoledì 1 maggio. Qualche idea per trascorrere questa festività tra le magie del nostro territorio. Una guida, tempo permettendo, con tutte le gite sul Lario, sul Ceresio e nei dintorni della nostra magica Lombardia.

1 . Vette generose

orimento montagne neve-2

Nevica a fine aprile anche a basse quote. Dopi un assaggio d'estate questa pazza primavera ci ha riportato l'inverno. Il Monte Generoso è una destinazione di grande bellezza e il Fiore di pietra, l'imponente struttura siglata da Mario Botta, propone sempre un ricco ventaglio di eventi.  Abitualmente si raggiunge la vetta in terra svizzera grazie alla suggestiva Ferrovia del Monte Generoso, l’unica cremagliera del Ticino e una delle più antiche ancora attive di tutta la Svizzera da oltre 130 anni.  Per raggiungere la vetta del Monte Generoso a 1704, i trenini percorrono 9 chilometri immersi nella pittoresca cornice montana del suo parco naturale. Tuttavia, per i più esperti amanti delle cammimate, c'è un'altra via per arrivare alla vetta del Generoso. Ed è quella percorsa da Valerio Carletto, appassionato escursionista e fotografo del territorio con il suo drone: partendo da Orimento, piccolo gioiello della Val d'Intelvi, non meno affascinante di Erbonne e Pian d'Alpe. Una camminata importante, viste anche le condizioni meteo dei giorni scorsi, che ha però regalato visioni uniche. Continua

2 . Brividi in passerella

passerella il becco

Visitare Dossena, nel cuore della Valle Brembana, a meno di due ore d'auto da Como, significa immergersi in un microcosmo ricco di storia, arte e cultura
incastonato nella incontaminata cornice naturale delle Prealpi Orobiche. Un luogo magico che offre anche due preziose attrazioni: Il ponte tibetano più lungo del mondo e la passerella sospesa nel vuoto. Percorrere il Ponte Tibetano di Dossena è un’esperienza unica. Il Ponte nel Sole è un punto di vista inedito e mozzafiato sui paesaggi suggestivi delle Prealpi Orobiche, con le vette dei monti Grigna, Gioco e Alben, e il fondovalle di San Pellegrino. Il Ponte Tibetano di Dossena rappresenta una via aerea che recupera idealmente una parte del tracciato dell’antica Via Mercatorum, andata perduta in seguito alla realizzazione della strada provinciale che collega Dossena a Serina. Continua

3 . Isola Comacina

isola comacina carletto 2

Quando si parla di turismo sul lago di Como, la Tremezzina rimane uno dei suo angoli più belli e desiderati. E non c'è dubbio che tra i suoi tanti gioielli, basterebbe pensare a Villa del Balbianello e a Villa Carlotta, l'Isola Comacina rimanga uno dei più preziosi. Un piccolo paradiso per chiunque ami solcare il Lario in barca. Un incanto che non smette di attirare attenzione su di sé, proprio lì dove l'acqua del lago si fa ancora più dolce e cheta. Un fascino intatto nonostante quel un senso di abbandono che l'ha pervasa per molti anni, dalla locanda chiusa alle  bellissime case degli artisti svuotate dallo spirito con cui sono nate. Continua

4 . Tra il Lario e il Mera

pian di spagna-3

Il lago di Mezzola (in lombardo Lagh de Mezzoeula) si trova a nord del lago di Como, dal quale è separato dall'ultimo corso del fiume Mera che scorre nel lembo occidentale del Pian di Spagna, ultimo pianoro della Valtellina formatosi dai sedimenti deltizi dell'Adda e del Mera stesso. Circa il 20% delle acque del lago di Como proviene da questo lago. La portata in entrata della Mera è di circa 20 metri cubi al secondo, in uscita di circa 24, grazie al contributo degli altri affluenti che, pur avendo un corso relativamente breve, portano al lago un discreto volume d'acqua.Continua

5 . Le 8 meraviglie di primavera

cavagnola 2-2

Una sorta di "Lake Como Best Of" per questa nuova stagione in partenza sotto i migliori auspici. Una guida per lasciare alle spalle l'inverno e affacciarsi alla primavera con il meglio del Lario a portata di mano. Una collezione di gite tra i borghi, le ville, i panorami mozzafiato del nostro magico Lario e della sue splendide valli e montagne. Senza dimenticare le meraviglie del Ceresio. Continua

6 . Il Castello dell'Innominato

castello innominato mp 3

Il castello dell'Innominato, storicamente noto come rocca di Vercurago, è una fortificazione risalente al XIII secolo posizionata su un'altura al confine tra i comuni di Lecco e Vercurago, da dove si gode una bella vista sul fiume Adda, sul lago di Olginate, naturalmente su quello di Como. Secondo la tradizione popolare lo scrittore Alessandro Manzoni, nel suo romanzo I promessi sposi, si ispirò a questa rocca per ambientare la residenza dell'Innominato. Continua

7 . Il borgo di Bonzanigo

bonzanigo

Nel lago di Como cantato da Davide Van De Sfroos, Bonzanigo, nella sua Tremezzina, è un po' il centro gravitazionale intorno al quale orbitano le sue canzoni. Bonzanigo (Bunzanigh in dialetto laghée) è un piccolo borgo passato alla storia per essere il luogo dove furono ospitati, il 28 aprile 1945, Benito Mussolini e la sua amante Claretta Petacci, prima di esser giustiziati a Giulino.  Il paese, parte della Comunità Montana del Lario Intelvese, sorge in collina, nei pressi della riva settentrionale del Lago di Como. Continua

8 . Nesso in giallo

lago como nesso civera mp

Nel giugno del 1925 Hitchcock con la fidanzata Alma Reville, aiutoregista e segretaria di edizione e il barone Giovanni Ventimiglia, direttore della fotografia, partirono per Monaco, diretti agli Emelka Studios per girare gli interni. Si sarebbero poi spostati a Genova per girare al porto la partenza di una nave, ad Alassio il bagno in mare dell'indigena e sul lago di Como, nel fronte lago della frazione di Coatesa, al ponte della Civera, a Nesso, la luna di miele e le scene d'amore. Alla fine dell'estate del 1925 le riprese del film erano ultimate.

9 . Il borgo di Carate Urio

lago di como via verde mp

Stretta tra Moltrasio e Laglio, Carate Urio è uno splendido borgo del Lario che raggiungiamo lungo la panoramica Via Verde. Dista circa dieci chilometri da Como ed è un territorio situato sulla sponda occidentale del ramo comasco del Lario, esposto a sud-est e rinomato come località di villeggiatura. In origine Carate Urio era diviso in due nuclei abitativi (Urio e Carate Lario) unificate amministrativamente solo nel 1927. Il primo è ubicato su uno scosceso pendio che, direttamente affacciato sul lago, ha un fascino particolare. Il secondo scende e si sviluppa verso il lago stesso: la particolare posizione di Carate ne ha determinato i caratteristici vicoli a scalinata, sormontati da tipiche volte a sesto, ai cui lati si aprono i portoni delle antiche abitazioni.

10 . Il borgo di Onno

lago como strada onno

Il centro della frazione di Onno, un altro incantevole borgo del lago di Como, si trova ai piedi di un alto dirupo chiamato Sasso di Onno. Un tempo faceva parte della pieve della Vallassina ed il suo nucleo storico era situato più a sud, nei pressi della chiesetta di Sant'Anna, ancora esistente, fino al 1896, quando un'alluvione lo distrusse. L'origine del nome del paese è celtica: in leponzio onn- significa "pietra, masso" Onno fu un antico comune del Milanese. Continua.

Tutti i Mercatini in città

Tutti gli eventi in città

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le 10 migliori gite sul lago di Como per il 1° maggio

QuiComo è in caricamento