Dalla Città dei Balocchi al Natale in famiglia con i parenti di primo grado

Si fanno strada nuove restrizioni per le feste natalizie

Città dei Balocchi 2019

Ve li ricordate gli assembramenti della Città dei Balocchi? C'era così tanta gente che senza neppure bisogno dei lockdown per il covid erano stati presi provvedimenti per rimettere in sicurezza piazza del Duomo. Per più di un mese, da fine novembre al 6 gennaio, Como era presa d'assalto diventando la regina dei mercatini e delle proiezioni di Natale in Lombardia. Quest'anno. ovviamente, nulla di tutto ciò, decisione presa ben prima che Como e la nostra Regione entrasssero in zona rossa. Ci sarà qualche timito tentativo di festa come il Verde Natale, ma sarebbe già un successo poter uscire di casa dopo il 3 dicembre senza troppe limitazioni e con tutti i negozi aperti. Le prospettive non sono rosee, e nemmeno arancioni, rimanendo ai colori del nuovo lockdown

D'altronde siamo in piena pandemia, con il maledetto virus che è tornato a bussare alle nostre porte appena la nuova stagione gli ha restituito vigore. Non si arrende e non lo faremo nemmeno noi. Ma intando, insieme al covid, all'uscio ci troviamo nuove sorprese. Il citofono questa volta l'ha fatto suonare la sottosegretaria alla Salute del Governo Conte, Sandra Zampa del Pd, ospite ieri sera di Lilli Gruber a Otto e Mezzo: "Se da qui al 25 dicembre avessimo risultati discreti delle misure messe in campo, non possiamo immaginare che ci sia un allentamento dei comportamenti tale da ripetere i comportamenti dell'estate. E quindi si metteranno dei limiti alla larghezza dell'incontro familiare (a Natale), non credo che si potrà andare oltre alla famiglia con i parenti di primo grado".

Insomma ancora una volta si mettono mani e piedi nelle case degli italiani per dire come ci si deve comportare: niente amici o cugini alla mensa del Natale. Per la verità, essendo quell'occasione sempre stata molto tradizionale, non è che la raccomandazione, perché difficilmente si portà andare oltre, cambierà di molto le abitudini delle famiglie. Ma in qualche modo tutto ciò lascia ben capire, se mai ce ne fosse bisogno, che anche Capodanno sarà da festeggiare in casa e senza botti. Mettere alle spalle il 2020 sarà il miglior fuoco d'artificio possibile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Como, litiga con la moglie e cammina per 450 chilometri per smaltire la rabbia

  • Lockdown di Natale: dal 20 dicembre al 10 gennaio tutti a casa

  • Allarme al Sant'Anna, 3 bambini colpiti dalla sindrome di Kawasaki. Forse correlazione con covid

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

Torna su
QuiComo è in caricamento