rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Eventi Tremezzo

Lago di Como: questa sera torna la magia dei fuochi di San Giovanni

Tutte le informazioni per assistere alla storica sagra della Tremezzina

Non senza polemiche, soprattutto lo scorso anno quando la pandemia era ormai alle spalle, la sagra di San Giovanni è stata sospesa per tre anni. Manca infatti all'appello dall'estate del 2019. Quest'anno però, come confermato già da tempo dal sindaco di Tremezzina Mauro Guerra, la storica rassegna torna il 24 e 25 giugno con tante novità a dare luce al lago di Como. Nonostante in Tremezzina vi sia stata una forte limitazione agli eventi privati con fuochi d'artificio, la popolarissima kermesse del Lario non poteva certo essere nuovamente rimandata. E allora ecco il programma del weekend con tutte le informazione anche inerenti le limitazioni al traffico.

Nelle giornate di sabato 24 e domenica 25 giugno, il suggestivo scenario incorniciato dall'Comacina e dal Borgo di Ossuccio accoglierà infatti la più antica tra le manifestazioni lariane che unendo arte, culto e folklore, celebrerà le vicende che segnarono la storia non solo della Tremezzina, ma anche del territorio Provinciale e Regionale.

Sabato 24 giugno, festa della natività di San Giovanni Battista, dalle ore 19.00 il parco comunale in località Ossuccio ospiterà la serata danzante gastronomica, organizzata grazie alla collaborazione dell’Associazione Turistica Tremezzina. A seguire, alle ore 22.30, la “Zoca de L’Oli” si illuminerà di colori con l’appuntamento clou della serata: il tradizionale spettacolo pirotecnico - musicale e la rievocazione dell’incendio dell’Isola.

I festeggiamenti proseguiranno nella giornata di domenica, 25 giugno, con la solenne processione per l’Isola Comacina alle 9.30, seguita dalla celebrazione della Santa Messa nell’area archeologica della basilica di Sant’Eufemia. La manifestazione si concluderà poi la sera tra musica e gastronomia ad Ossuccio.

In occasione della serata di sabato, infine, la strada statale Regina sarà chiusa al traffico il dalle ore 20 alle 24 nel tratto Argegno - Lenno. A partire dalle ore 19.00 e fino alle ore 22.00 sarà inoltre attivo un servizio gratuito navetta da Menaggio a Lenno; a partire dalle ore 23.30 a riempimento e fino alle ore
01.00 il servizio navetta effettuerà la tratta inversa.

Tutte le informazioni relative al programma sono consultabili sul sito del Comune di Tremezzina La Sagra di San Giovanni è organizzata con il patrocinio di Regione Lombardia, il contributo di Camera di Commercio di Como – Lecco, il contributo dell’Autorità di Bacino del Lario e dei Laghi Minori, il sostegno di Fondazione Cariplo. Oltre agli enti e alle istituzioni, un sentito ringraziamento da parte del Comune di Tremezzina va a Lido di Ossuccio, main sponsor, e a tutti i sostenitori che, con il loro contributo, hanno sostenuto la realizzazione di questa importante manifestazione.

La Sagra di San Giovanni rappresenta infatti la più antica manifestazione del Lago di Como per tradizione, arte, fede e folclore e trova nell’incantevole scenario dell’Isola Comacina un luogo unico di attuazione. La manifestazione, con il caratteristico spettacolo pirotecnico-musicale — i più famosi fuochi d'artificio del Lago di Como — e il simbolico incendio dell’Isola Comacina, vuole ricordare il glorioso passato vissuto dal territorio tremezzino e dal territorio lombardo, inaugurando, come avviene ogni anno, la stagione turistica del Centro Lario. Il carattere multidisciplinare dell’evento trova attuazione in un articolato programma che prevede, accanto allo spettacolo pirotecnico, una solenne processione sull’Isola con figuranti in costume, una regata con le “lucie”, storiche imbarcazioni del Lario, e due serate gastronomiche.

Cenni Storici dell'Isola Comacina
Durante la guerra dei 10 anni, scoppiata nel 1118 a causa della rivalità tra Como e Milano per il controllo delle principali vie di comunicazione e dei passi alpini, l’Isola Comacina e molti comuni del Lario si schierarono a favore del capoluogo lombardo. Nonostante due brucianti sconfitte subite dal ducato milanese, Como venne conquistata nel 1127. L’amara sconfitta indusse i comaschi ad allearsi con Federico Barbarossa, durante la spedizione anti milanese in Italia. L’Isola, in breve tempo, si trovò alla mercè di Como: Venne invasa, data alle fiamme e rasa al suolo nel 1169. L’Isola non venne più ripopolata e i pochi superstiti si trasferirono a Varenna, da allora “insula Nova”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago di Como: questa sera torna la magia dei fuochi di San Giovanni

QuiComo è in caricamento