rotate-mobile
Cronaca

Lago di Como, la scelta di Lecco: vietati gli alcolici da asporto

L'ordinanza del sindaco sarà valida fino al 2 maggio e vieta la vendita per asporto e consumo di bevande alcooliche in molte zone della città dalle ore 21 alle 5

La stagione turistica è cominciata alla grande su entrambi i rami del lago di Como. Ieri, venerdì 15 aprile, grande flusso di gente a Como città per la processione, i vip e i turisti americani sono tornati sul lago e tutto sembra procedere come prima del covid. Stesso successo sull'altra sponda: anche il Lecchese ha visto il pienone in queste giornate di sole e festa, preludio della stagione primaverile-estiva. A Lecco però sta facendo molto discutere la nuova ordinanza anti alcolici con divieto di asporto serale che è entrata in vigore ieri sera 15 aprile e lo sarà fino a lunedì 2 maggio.

Su indicazioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, il sindaco Mauro Gattinoni ha infatti firmato un'ordinanza nella quale viene stabilito il divieto di vendita per asporto, la detenzione e il consumo di bevande alcooliche e la detenzione di bevande in contenitori di vetro o metallo in gran parte della città, dalle ore 21 alle 5 del giorno successivo da venerdì 15 aprile a lunedì 2 maggio, "con lo scopo di prevenire e arginare comportamenti degeneri conseguenti all'abuso di alcolici". Per chi violerà le regole sono previste multe da 80 a 480 euro. 

Queste restrizioni non si applicano alla somministrazione e al consumo se effettuati all’interno dei pubblici esercizi, in locali a qualsiasi titolo destinati alla somministrazione anche non assistita e nelle aree di pertinenza degli stessi o agli stessi concesse in uso, a condizione che i contenitori non vengano portati all’esterno di questi spazi.  

Si legge nell'ordinanza che la scelta è stata presa anche considerando che "in occasione delle prossime festività è previsto un afflusso straordinario di persone e che sempre più spesso alcuni fenomeni criminosi, come emerge dalle risultanze dei controlli della Forze di Polizia, sono causati dall’abuso di bevande alcoliche assunte in modalità di aggregazione in spazi aperti in orario sia serale che notturno". Questa ordinanza servirà anche a prevenire atteggiamenti aggressivi da parte di chi abusa di alcol.

Divieti, orari e zone nei dettagli

L'ordinanza prevede quindi in modo specifico:

  1. Il divieto di vendita per asporto di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione da parte dei pubblici esercizi e dei locali di pubblico spettacolo;
  2. Il divieto di vendita per asporto di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione da parte di esercizi commerciali, attività artigianali e distributori automatici;
  3. Il divieto di detenzione e consumo di bevande alcooliche di qualsiasi gradazione;
  4. Il divieto di detenzione di bevande di qualsiasi genere in contenitori di vetro o di metallo.

Questo tutti i giorni dalle ore 21.00 alle ore 05.00 del giorno successivo, da venerdì 15 aprile 2022 a lunedì 2 maggio 2022, nei parchi, giardini e ville aperte al pubblico e in particolari strade e vie che potete leggere nell'articolo dei colleghi di LeccoToday.

Le sanzioni previste

L’inosservanza dei divieti illustrati nella presente ordinanza comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 80 (ottanta) ad Euro 480 (quattrocentottanta). 

Per ora a Como non è stata posta nessuna ordinanza in merito. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago di Como, la scelta di Lecco: vietati gli alcolici da asporto

QuiComo è in caricamento