rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità Campione d'Italia

Fare il bagno nel Ceresio è possibile, ma attenti ai consigli

L’Autorità di Bacino Lacuale Ceresio, Piano e Ghirla ha lanciato una campagna di sensibilizzazione con alcune facili regole da rispettare per nuotare in sicurezza nel Lago Smeraldo  

L’Autorità di Bacino Lacuale Ceresio, Piano e Ghirla ha avviato una campagna di sensibilizzazione con “Regole e Consigli per un bagno al lago”. Il documento, è un breve e veloce vademecum comportamentale con le regole da rispettare per vivere il lago in tutta sicurezza. Il flyer è stato diffuso, in questi giorni, nei punti nevralgici del territorio: Info Point, stazione ferroviaria, cantieri nautici, spiagge, attività commerciali. 
 
Il claim della campagna è chiaro: "Fare un bel bagno al lago, fresco e rigenerante, soprattutto quando in estate in città si brucia".
 
Proprio in questo contesto il direttore dell’Ente, Maurizio Tumbiolo precisa che: “Bisogna sempre tener presente alcune regole per non rischiare di andare incontro a spiacevoli episodi. Pensare che immergersi nelle acque lacustri sia meno pericoloso del mare è assolutamente sbagliato. L’acqua dei laghi, essendo dolce, risulta meno pesante di quella salata, perciò, quando ci si immerge, la parte del nostro corpo, che fuoriesce, è minore che in acqua di mare”.
 
Tra le priorità indicate quella di informarsi sulla qualità dell’acqua nella quale ci si vuole immergere, verificandone la balneabilità. Seconda regola quella di informarsi circa la profondità della zona in cui si vuole nuotare e, in particolare, viene richiamata l’attenzione dei turisti e dei natanti nel rispettare le segnalazioni e gli spazi. Sono però molte altre le indicazioni raccolte nella brochure
 
“Questa campagna nasce dall’esigenza manifestata durante il primo incontro, lo scorso 15 giugno, del Comitato Biprovinciale sulla sicurezza pubblica da cui è nato il Tavolo permanente della sicurezza sul lago Ceresio. All’incontro hanno preso parte le Prefetture, le Questure e le Forze dell’Ordine delle province di Varese e di Como, insieme ai Sindaci appartenenti all’Autorità di Bacino del Ceresio. – commenta il Presidente dell’Autorità di Bacino Lacuale Ceresio, Piano e Ghirla, Massimo Mastromarino  - A tutto ciò si aggiungono gli episodi a cui abbiamo assistito in queste settimane. Le diverse situazioni e le necessità scaturite dall’incontro, ci ha fatti riflettere e, nonostante le vedette dell’Autorità di Bacino Lacuale Ceresio, Piano e Ghirla siano in continua perlustrazione, con il supporto anche dei cani di salvataggio, abbiamo ritenuto necessario avviare una campagna di sensibilizzazione per evitare spiacevoli episodi. Il nostro consiglio è quello di vivere al meglio una giornata al lago ponendo però la giusta attenzione a qualsiasi comportamento si metta in atto sia per la salvaguardia di se stessi che per la tutela degli altri con i quali ci si vuole divertire”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fare il bagno nel Ceresio è possibile, ma attenti ai consigli

QuiComo è in caricamento