rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Concerti

Il Wow Music Festival lascia Como e sceglie Cernobbio

Dopo Tempio Voltiano e Villa Olmo, edizione 2022 a Villa Bernasconi

Addio Villa Olmo, addio Como. Anche il Wow, così come il Festival Como Città della Musica che torna in Arena, cambia sede. Dal 2016 al 2018, nelle sue prime quattro edizioni completamente gratuite, il festival ha illuminato le estati dei giardini del Tempio Voltiano di Como. Nel 2021, dopo anni di assenza, Wow Music Festival torna nella splendida cornice del parco di Villa Olmo e nel contesto del Villa Olmo Festival. 

Riprendendo il tema della villa e della valorizzazione di beni architettonici, quest’anno il festival avrà come dimora principale lo splendido contesto di Villa Bernasconi a Cernobbio nelle serate che andranno da giovedì 30 giugno a domenica 3 luglio. Il progetto ideato per l’edizione 2022 sarà un formato più contenuto per quanto riguarda le capienze e i numeri ma non per questo meno strutturato o con minore valore artistico e cura del dettaglio. Un format «boutique», nuovo per wow music festival, promosso da Akuafactory in collaborazione con MyNina, ideato e progettato insieme all’amministrazione del Comune di Cernobbio. Il festival sarà diffuso e capillare sul territorio lariano e avrà come fulcro la Cultura — in tutte le sue accezioni — i giardini e gli spazi verdi non solo della città di Cernobbio. Il programma completo del festival sarà annunciato giovedì 12 maggio, mentre a breve verranno svelati tutti i dettagli delle attività collaterali.

VILLA BERNASCONI7_PH ANDREA BUTTI-2

I GIARDINI

Gli spazi verdi e i giardini della città di Cernobbio e Como avranno una nuova vita con numerosi interventi: dalla musica alle degustazioni enogastronomiche, passando per incontri e attività. Il giardino esplorato e trattato come contenitore di biodiversità, in cui la contaminazione ne diviene l’elemento pivotale e in cui la cura dello stesso — e quindi del prossimo — ne è la missione principale. Il tema dell’edizione 2022 di wow music festival è quindi il fiore, sia inteso come chiaro collegamento a “Cernobbio Città Fiorita”, sia come metafora culturale e di colore. Il “totem” ambasciatore del festival, invece, è la farfalla, simbolo di eleganza, di trasformazione e di movimento «di fiore in fiore» in contrapposizione alla stasi.

Il progetto si pone come risultato ultimo quello di riuscire a creare e stimolare opportunità di relazione e collaborazione per un fine comune. Costruire un’offerta diversificata all’interno di un evento tenendo in considerazione tutti gli aspetti della cultura, da quella artistica a quella ambientale, mettendo in risalto nuovi talenti e ampliando il numero di attori coinvolti nel settore culturale. La tutela e il risalto del territorio in concomitanza con l’aspetto musicale rappresenta la vera identità del festival. Un secondo obbiettivo è rappresentato dal coinvolgimento e dal riconsolidamento di diverse realtà che operano nel panorama culturale del territorio e della comunità giovanile comasca: creando e dando loro l’opportunità di esibirsi ed esprimere la propria arte, oltre che permettere l’avvicinamento ad una realtà museale moderna ed innovativa come quella che è Villa Bernasconi.

wow2022_16-9-2

Il sindaco Matteo Monti e gli Assessori alla cultura Maria Angela Ferradini e alle politiche giovanili Mario Della Torre hanno accolto la proposta con entusiasmo: “Siamo molto contenti e onorati di ospitare il wow music festival nel suo nuovo formato “boutique” di quest’anno, qui a Cernobbio, nel giardino di Villa Bernasconi, dove abbiamo da poco intitolato al nostro campione Filippo Mondelli il Largo d’accesso. Quest’area verde e fiorita, su cui si affacciano, oltre al museo, anche le scuole dell’Istituto Comprensivo e di IATH Academy e i poli sportivi del palazzetto e della sala vasca voga, sta diventando sempre di più un luogo vivo e vivace di aggregazione dei più giovani. Per questo ci è sembrato molto adatto ad ospitare wow music festival con la sua energia e il suo ricco programma. La scelta del tema ci è inoltre molto cara, perché Cernobbio dal 2019 ha ottenuto il marchio di qualità ambientale di “Comune Fiorito” e la nostra Amministrazione è da tempo impegnata nella valorizzazione di una nuova cultura del verde".

“Noi della Akuafactory siamo felicissimi di collaborare con il wow music festival, che riteniamo essere sempre un festival davvero all’avanguardia. Quest’anno con un nuovo format in una magnifica location ha tutti i presupposti per essere un’edizione straordinaria.” — Akuafactory

“Ritrovare una collaborazione con il Comune di Cernobbio - affermano Matteo Montini e Stefano Lattanzi del Wow - dove già in passato abbiamo avuto modo di lavorare a eventi culturali, è motivo di grande soddisfazione, proprio perché abbiamo avuto modo di riprendere una progettualità strettamente legata a Villa Bernasconi. Questa versione “intima” del festival vuole essere una metafora della cura del giardino: dettaglio, dedizione e passione, attraverso interventi trasversali. Molto spazio inoltre avranno i “local heroes”: nuove scoperte artistiche che il territorio ci regala".

IL PROGRAMMA

Gli ospiti che compongono la line up sono stati scelti seguendo un preciso criterio artistico, che va da nomi affermati alle nuove scoperte. Nelle prime tre giornate del festival i protagonisti saranno esponenti della panorama indie e urban italiano, mentre l’ultima giornata sarà completamente dedicata alla scoperta di nuovi giovani talenti del territorio. Il programma completo del festival saranno annunciati il 12 maggio.

IL FESTIVAL

coma-cose-foto-wow-2

Wow music festival è un festival musicale nato nel 2015 e ideato da due associazioni di giovani professionisti comaschi nell’ambito della produzione culturale e organizzata in collaborazione con il Comune di Como. Il progetto nasce con l’intenzione di sviluppare iniziative di rigenerazione culturale sul territorio, basate sul lavoro di rete e sulla valorizzazione delle potenzialità di intrattenimento culturale della città di Como e delle sue location dal grande impatto architettonico e paesaggistico. Nelle sue cinque edizioni wow music festival è stato promotore di importanti esibizioni e concerti di alcuni degli artisti più influenti e importanti della scena indipendente e mainstream nazionale. Gli artisti ospitati negli ultimi anni hanno contribuito a plasmare il suono del nuovo pop italiano fino a calcare i palchi più importanti d’Italia, come il Festival di Sanremo, e a dominare le classifiche radiofoniche e dei servizi di streaming digitali. Tra i tanti, si ricordano Calcutta, Salmo, Francesca Michielin, Cosmo, Coma Cose, Ex—Otago, Frah Quintale, Motta, Canova, Giorgio Poi, Iosonouncane, Margherita Vicario, Selton

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Wow Music Festival lascia Como e sceglie Cernobbio

QuiComo è in caricamento