rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Cronaca

Tenore di vita troppo alto rispetto al reddito dichiarato: sequestrata mega villa di lusso

L'uomo era già stato condannato per 'ndrangheta

Viveva in una villa dal valore di oltre 500mila euro a Giussano, al confine con Mariano Comense. Il proprietario, un uomo di origine calabrese, già condannato per associazione di tipo mafiosa era agli arresti domiciliari ed è considerato come "socialmente pericoloso". È stata la guardia di finanza di Monza a eseguire il sequestro della mega villa, finalizzato a una successiva confisca. L'uomo aveva anche un tenore di vita troppo alto e il suo reddito era "sproporzionato rispetto a quanto dichiarato al fisco". 

Il decreto di sequestro, eseguito ai sensi della normativa antimafia, è stato emesso dalla sezione autonoma misure di prevenzione del tribunale di Milano su proposta della procura della Repubblica meneghina e fa seguito alla nota inchiesta "Infinito" che aveva portato agli arresti del calabrese.

Il provvedimento, come chiarito dai finanzieri, è scattato dopo "una puntuale mappatura del territorio riguardante i soggetti appartenenti o contigui alla criminalità organizzata", i cui risultati sono stati segnalati alla procura della Repubblica che, a sua volta, ha proposto ed ottenuto dal tribunale di Milano l’applicazione della misura di prevenzione del sequestro del patrimonio nella disponibilità dell'uomo che è la villa di pregio con annessa autorimessa, nel comune di Giussano, valutata oltre 500 mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenore di vita troppo alto rispetto al reddito dichiarato: sequestrata mega villa di lusso

QuiComo è in caricamento