rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Paura in stazione / Lambrugo

L'incubo e la paura dei ragazzini accerchiati, minacciati e derubati a Lambrugo

Il fatto lo scorso 29 agosto, Azione Lambro: "Non bisognerebbe avere paura di girare in paese"

Sera d'estate, sono le nove. Un gruppo di ragazzini tra i 13 e i 14 anni in stazione a Lambrugo aspetta il treno da Erba, da dove dovrebbe scendere una loro amica. Tutto bene fino a quando non sono stati aggrediti e minacciati verbalmente da due uomini adulti che hanno iniziato a chiedere soldi e sigarette con insistenza, mentre con le mani gesticolavano simulando di mettergliele al collo. 

I ragazzini gli hanno dato quello che avevano. Erano chiaramente spaventati e qualcuno anche in lacrime. Poi i due individui si sono allontanati rubando il monopattino di uno dei ragazzi appoggiato al muro.

Quella del 29 agosto, che doveva essere una normale e pacifica serata d'estate, si è trasformata in un incubo nel paese comasco con poco più di 2.500 abitanti. L'episodio è stato poi regolarmente denunciato alle forze dell'ordine.

Ci spiega Michele Catalano, presidente e fondatore di Azione Lambro, associazione autocostituita di cittadini lambrughesi e del territorio: "Questo è il secondo episodio in pochi giorni. Il 14 agosto è stata rubata una biciletta al bar vicino alla stazione e poi c'è stato il furto del monopattino, preceduto da minacce da parte di due individui con ogni probabilità tossicodipendenti. Trovo preoccupante, e mi prendo anche una parte di responsabilità, che appena si abbassa un minimo la guardia sulla questione  tornano a ripetersi questi episodi.

È inammissibile che la gente alle 9 di sera debba aver paura in paese perché c'è la possibilità di essere assaliti, derubati e minacciati. Ci rendiamo conto che forse sarà necessaria un'altra raccolta firme per ingaggiare la Prefettura per poter dare un segnale forte sul territorio. Visto la situazione, ci piacerebbe anche organizzare il prima possibile un incontro con i vertici di Ferrovie Nord per renderli maggiormente consapevoli di questa tratta poco sicura dove gli eventi di questo tipo sono (quasi) all'ordine del giorno. Mi piacerebbe inoltre domandare pubblicamente alla Giunta se le telecamere in stazione siano o meno funzionanti, sperando in un'assemblea pubblica da parte del Comune sulla questione sicurezza". 

Ora sarà compito delle forze dell'ordine ricostruire i fatti e risalire ai colpevoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incubo e la paura dei ragazzini accerchiati, minacciati e derubati a Lambrugo

QuiComo è in caricamento