rotate-mobile
Attualità Sormano

Il nuovo Planetario di Sormano inizia a prendere forma

Entro un anno la moderna struttura sarà ultimata, ecco come sarà

Posata la prima pietra lo scorso novembre, il nuovo Planetario di Sormano, che sorgerà a La Cola del Piano, un centinaio di metri sopra lo storico osservatorio, inizia a prendere forma. I lavori sono attualmente in corso e si spera si possano concludere entro un anno. Progettato dall’arch. Marco Castelletti, è completamente rivestito in legno integrandosi perfettamente nell’ambiente montano ed è composto da tre parti ben distinte. Si tratta insomma do un'importante struttura che permetterà di accogliere i visitatori, i ricercatori, e gli astrofili in modo adeguato offrendo a ciascuno gli spazi e gli strumenti necessari.

osservatorio sormano mp-2

Il volume seminterrato vedrà, oltre ad alcuni locali tecnici, un'accogliente biblioteca ed aree attrezzabili a dormitori, per chi farà tardi ad osservare il cielo, con servizi igienici utilizzabili anche dagli astrofili che troveranno esternamente un’area attrezzata con comode piazzuole elettrificate dove collegare la propria strumentazione. Al piano rialzato, cuore della struttura, vi si accede attraverso un ingresso attrezzato con comodi vani utili a riporvi zaini e bagagli personali. Subito dopo, una reception ed un area bookshop si affacciano ad un grande openspace di 150 metri quadrati che si presta a diversi utilizzi quali ad esempio, area congressi/conferenze, mostre espositive, dotato di videoproiettori, schermi fissi impianto audio ed arredi essenziali. Una grande e continua vetrata orientata ed est incornicia lo splendido panorama sulle Grigne, Resegone e Corni di Canzo.

osservatorio4-2

Alle due estremità si aprono gli ingressi, dell’osservatorio a destra e del planetario a sinistra. Il planetario dotato di una grande cupola dal diametro di 8 metri potrà ospitare una cinquantina di persone. Un moderno proiettore 4k gestito da un potente software vi farà viaggiare nel sistema solare e nelle profondità dello spazio dandovi la sensazione di essere al centro della scena. L’osservatorio è composto di una prima sala di controllo, al piano, e dalla cupola, dal diametro di 5 metri che ospita il telescopio, al piano superiore al quale si accede tramite comoda scala interna.

osservatorio5-2

Esternamente, tra le due cupole, vista la splendida posizione in cui ci troviamo, è stata creata una grande area “belvedere” direttamente accessibile anche agli escursionisti di passaggio che potranno sostarvi ad ammirare il paesaggio dove un grande pannello fotografico aiuterà a dare un nome alle montagne ed ai paesi che vi si possono scorgere. Le aree a cielo aperto tra la terrazza panoramica e le cupole ospiteranno un giardino pensile composto da specie selvatiche e autoctone al fine di mitigare ulteriormente l’impatto dell’edificio sull’ambiente montano circostante di elevata valenza paesaggistica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo Planetario di Sormano inizia a prendere forma

QuiComo è in caricamento