Gli Hothouse Flowers infiammano PalcoLive

Un successo di pubblico la nuova due giorni live di Pusiano

Gli Hothouse Flowers a Pusiano

Secondo gli organizzatori, sono oltre settemila le presenze stimate. Un successo quindi per PalcoLive, la rassegna musicale che si è tenuta sabato e domenica scorsi nel parco comunale di Pusiano. Il festival, dopo 10 edizioni "firmate" Buscadero, si è rinnovato non solo nel nome. La scommessa era nel nuovo modello organizzativo: concerti più lunghi, una nuova acustica, l’allargamento dell’offerta a un sistema che facesse da volano turistico-economico al territorio. Di qui la chiusura del lungolago per dare spazio allo street food di qualità, con prodotti tipici sia dall’Italia che dall’estero: dalla Valtellina al Piemonte, dall’Austria alla Spagna.

Appassionate e trascinanti le performance degli artisti. Nella serata di sabato la parte del leone l’ha fatta Cisco, pseudonimo di Stefano Bellotti, ex Modena City Ramblers. I tre big della giornata di domenica sono stati invece Bob Malone, per la prima volta in Italia con  le coriste, il virtuoso Michael Chapman e gli straordinari Hothouse Flowers, la band irlandese trascinata dalla classe di un leader carismatico come Liam Ó Maonlaí. Tra gli altri si sono esibiti nella due giorni: Gabriele Mancuso Band , Luca Olivieri Band, 404 NotFound, Acoustic Noise,  Aura,  Tupsico, Learning to floyd, Silences, Save, Dinamika, I-Scream, Lambic Acoustic Trio. Importante riscontro anche per le giovani proposte, che hanno suonato in un corner musicale  allestito nei giardini affacciati sul lago. 

Michael Chapman durante esibizione-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Avevamo scommesso – dichiara Andrea Maspero, sindaco di Pusiano -  sul rinnovo del nostro tradizionale festival, il maggiore del genere della provincia di Como, che è diventato PalcoLive. Nonostante i tempi ristretti di preparazione, è stato un successo: le presenze sono notevolmente aumentate, la qualità degli artisti e la resa musicale sono migliorate. L’organizzazione è stata straordinaria, come tutti hanno potuto vedere. Penso allo street food, ai tavoli riempiti nel Parco, a come hanno funzionato i parcheggi e in particolare alla qualità dei concerti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Como la gara a chi mangia più arrosticini: il record da battere è 51

  • I 7 migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Studente positivo al covid al liceo Giovio di Como. E adesso cosa succede?

  • Ridha Mahmoudi, l'assassino di don Roberto

  • L'Orrido di Nesso, la cascata che fa paura e rumore quando piove

  • Incidente sulla A9 in direzione Como a causa di un cervo: lunghe code

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento