social Tremezzo

Velarca, la casa barca del Lago di Como

Un gioiello galleggiante (quasi) pronto a tornare al suo posto

La Velarca è una casa galleggiante abitualmente ormeggiata di fronte all'isola Comacina, sul lago di Como. Osservandola è immediato cogliere come sia composta da uno scafo di recupero e da un'unità abitativa progettata ad hoc. Lo scafo, in legno, lungo circa 22 metri, è quello di una gondola lariana, imbarcazione da trasporto dei primi del Novecento. Su questa base, è stato realizzato un volume articolato in più ambienti per il soggiorno di una famiglia, su disegno dal celebre studio milanese BBPR (Banfi, Belgiojoso, Peressutti, Rogers). I progettisti sono gli stessi che nel 1960 hanno portato a termine l'epocale progetto della Torre Velasca di Milano.

la-velarca_46191-2

L’assonanza tra Velasca e Velarca non è casuale perché l’anno successivo gli architetti mettono la propria firma anche sulla Velarca, la casa galleggiante di comuni amici, i coniugi Norsa... Da una macrostruttura in cemento armato che risalta nello skyline milanese alla leggerezza del legno che ondeggia lievemente sul lago di Como. Un modo spiritoso per suggellare un momento d'oro della loro storia. Lo scafo utilizzato per la costruzione della Velarca deriva dal disarmo di una grossa barca da trasporto a vela della tradizione lacustre. Nello specifico si tratta della Corriera Tremezzina, che con la gemella Adele Tremezzina fin dai primi del Novecento era di stanza nel vicino porto di Azzano. L'appellativo di 'corriera' si riferisce al fatto che la gondola faceva quotidiano servizio merci con trasporto persone alla volta di Como e ritorno.

la-velarca_46697-2

Nel 2011 La Velara è entrata nel novero dei beni del Fondo Ambiente Italiano. Con cent'anni alle spalle, almeno cinquanta come barca da trasporto e altrettanti dopo la trasformazione in casa galleggiante, la Velarca è stata avviata ai grandi lavori. Il restauro, affidato al Cantiere «Ernesto Riva - 1771», giunto all'ottava generazione di costruttori di barche rigorosamente in legno. Per il suo ripristino è stata rispettata la tradizione del legno di castagno per lo scafo e applicata una finitura che riproduce fedelmente il nero opaco dell'originario strato di pece. La Velarca è importante non solo come oggetto architettonico ma anche per la sua collocazione, la Zoca de l'Oli, il pittoresco golfo delimitato dall'isola Comacina. Quando riprenderà il suo posto, si auspica possa diventare il simbolo di un turismo consapevole della fragile bellezza del paesaggio nel quale è immersa. La consegna avrebbe dovuto avvenire nel 2020, ma la pandemia ha rallentato il restauro e ora si spera possa essere restituita al lago di Como entro il prossimo anno. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velarca, la casa barca del Lago di Como

QuiComo è in caricamento