118 di Como sempre più "ricco": donato nuovo massaggiatore cardiaco

L'apparecchiatura impiegata sia sulle ambulanze che sull'elisoccorso

La presentazione della nuova apparecchiatura del 118 Como

Servizio 118 di Como potenziato grazie ad un nuovo massaggiatore cardiaco meccanico esterno.

La moderna apparecchiatura - la quinta in dotazione - è stata donata dalla Fondazione ProElisoccorso – Servizio 118 onlus.

L’apparecchiatura, messa a disposizione delle équipe formate da medico e infermiere o solamente da un infermiere, può essere utilizzata sia sui mezzi di terra, come le ambulanze, che a bordo dell’elicottero.

L'apparecchiatura è stata presentata venerdì 8 ottobre durante una conferenza stampa che ha tracciato il bilancio dell'attività dell'elisoccorso di Como.

"L'acquisto è stato possibile grazie anche alla raccolta fondi dello scorso anno in occasione del trentennale dell'elisoccorso e del ventennale della Fondazione - ha spiegato Cesare Cardani, presidente della Fondazione ProElisoccorso-Servizio 118 onlus, che in questo video spiega le attività della Fondazione - e per il futuro abbiamo già in mente altre donazioni, tra cui quella di un videolaringoscopio da collocare sull’elicottero da utilizzare per le intubazioni più difficili".

Come ha spiegato Guido Villa della Direzione Sanitaria di Areu, il massaggiatore meccanico viene impiegato per effettuare la rianimazione cardiopolmonare, supportando le attività svolte manualmente dai soccorritori, soprattutto nelle situazioni in cui la risposta alle manovre rianimatorie e di defibrillazione (quando indicata) effettuate sul luogo dell’evento non è immediatamente risolutoria.

“Il nostro impegno è dare ai pazienti – ha sottolineato Villa –, che sono sempre più complessi, un’assistenza clinica e un’organizzazione del sistema di elevata qualità grazie a una regia unica su tutto il territorio lombardo e a un’integrazione di tutte le risorse”.

I vantaggi dell’impiego del massaggiatore sono numerosi. L’apparecchiatura offre la possibilità di rianimazioni prolungate nel tempo e la prosecuzione delle manovre anche nelle fasi di spostamento del paziente verso l’ospedale (ad esempio, tragitti lungo rampe di scale).

Grazie a tale donazione il servizio comasco dispone ora di 7 massaggiatori.

Nel 2017, da gennaio a oggi, in provincia di Como è stato necessario utilizzare l’apparecchiatura per 96 persone.

Il nuovo massaggiatore è stato acquistato dalla Fondazione grazie ai contributi dei club Rotary e anche da quanto ricavato in occasione della presentazione e della distribuzione del volume “Tra terra e cielo – I 30 anni dell’Elisoccorso a Como” (ed. Effegiemme – 2016), scritto dalle giornaliste Francesca Guido e Francesca Indraccolo.

Chi volesse contribuire potrà farlo durante l’open day oppure tramite il conto intestato alla onlus: IT55 A056 9652 1100 0000 6118 X83.

Potrebbe interessarti

  • Nuovi cantieri stradali a Como: via Giussani chiusa per due mesi

  • Incidenti, più sicurezza a Monte Olimpino: ecco come cambia la strada

  • Aiutiamo Luca a ritrovare il suo pappagallo Leo smarrito a Cagno

  • Partita Como-Pergolettese, domenica zona stadio blindata

I più letti della settimana

  • Spara contro suo padre e suo fratello: paura davanti a una ditta di Erba

  • Frontale a Sorico: Statale Regina nel caos

  • Controsoffitto crolla sulle auto posteggiate nell'autorimessa di un condominio a Como

  • Colto da malore sulla Statale "Regina": traffico in tilt a Colonno

  • Truffa del finto bestiame per avere fondi europei: nei guai aziende agricole di Como e Sondrio

  • Barca contro gli scogli a Brienno: un ferito grave

Torna su
QuiComo è in caricamento