Top & Pop Wine a Lariofiere

Il mondo del vino è in continua evoluzione e, con esso, stanno cambiando i comportamenti dei consumatori finali. C’è bisogno di novità e, soprattutto, si percepisce l’esigenza da parte delle Cantine, di sapersi rivolgere a un nuovo consumatore riuscendo a coinvolgerlo in situazioni originali, in grado di rappresentare linguaggi innovativi intercalati e connessi con esperienze vive e reali. Il desiderio, in particolare da parte dei Millennials, è quello di trasformarsi in protagonisti e anche di essere riconosciuti dalla propria comunità di amici.
Top & Pop Wine, sabato 26 maggio, dalle 15 alle 21, a Lariofiere di Erba, vuole essere un format sperimentale per tutto questo, un laboratorio d’idee e di nuovi comportamenti nel rapporto con il vino e con la sua conoscenza. Si rivolge ai giovani, ma non solo, a coloro che non frequentano abitualmente i luoghi canonici del vino, a un consum/autore che vorrebbe diventare attore e protagonista, possibilmente autore, della propria esistenza e delle proprie scelte di consumo.

A Top & Pop Wine, evento multidisciplinare, ci sono musica Pop di sottofondo, animazione visiva, assaggi top & pop food, possibilità di conoscere i vini che hanno fatto la storia dell’enologia italiana. Top & Pop Wine è un laboratorio d’idee in progress giunto alla sua 3^ edizione.  Appuntamento annuale, è divenuto a pieno titolo un incubatore di tendenze e di nuovi comportamenti riferiti al consumo “spontaneo” e consapevole del vino.  Si è trasformato nel tempo in un progetto visibile a livello nazionale, in un evento consolidato che ha, tra i suoi scopi, quello di ravvivare e di “POPPIZZARE” il mondo del vino. E’ rivolto ai consum/autori finali, quelli curiosi e connessi con la contemporaneità delle idee, soprattutto tramite i social e la rete. Guarda con simpatia a coloro che, pur essendo appassionati di vino, non per questo frequentano automaticamente i luoghi canonici del settore. A cominciare da quelli specialistici, come le fiere e le degustazioni accademiche che, sempre di più, corrono il rischio di diventare scenari autoreferenziali e, forse, anche un po’ noiosi e privi di quell’irrinunciabile visione innovativa del futuro.
Top & Pop Wine è inteso come un format poliedrico, come un prototipo, come un evento multidisciplinare che, pur con spirito progettuale, è completamente imperniato sull’idea di “leggerezza pensosa” di “calviniana” memoria. Ideato e disegnato fuori da ogni schema e spirito d’appartenenza, vuole essere estraneo a tutti quei numerosi tic che, negli ultimi anni, hanno trasformato il vino in un feticcio, in un’etichetta di culto distante dalla quotidianità, dal piacere di conoscerlo, di viverlo, di berlo liberamente e, perché no, di condividerlo più umanamente.  
Top & Pop Wine è come un grande “ Gioco del piacere”, quello che un tempo realizzava Slow Food Arcigola, dove il gusto “è un sapere che gode e un piacere che conosce”. E’ un’esperienza aperta a tutti i curiosi, ai giovani in particolare, ma soprattutto a quei dilettanti che desiderano bere il vino con diletto.
Top & Pop Wine nasce anche per riconoscere che non esisterebbero i vini Pop se non ci fossero stati, prima, i grandi vini, quelli Top. Vini che hanno segnato una strada, una prima esperienza di qualità totale, in grado di essere poi arricchita con idee nuove, freschezza e ritmi sensoriali più contemporanei e, in fondo, più Pop.
Top & Pop Wine, 
*per ri-scoprire il “vino buono da pensare, ma soprattutto buono da bere”
*per provare che “il modo migliore per imparare (a bere) è divertirsi”
*per curiosare tra il retrogusto storico, attuale e futuro del vino
*per dire, liberamente, che un vino “mi piace” o “non mi piace”
*per capire che Top & Pop è un modo di essere e di bere il vino. Libero e per tutti
Top & Pop Wine è un modello unico e “territoriale”, che pensa in modo locale, ma progetta e ragiona con visione globale. E’ un singolare incontro che punta a trasformarsi in un Progetto replicabile “ovunque”, una sorta di prototipo in grado d’intercettare le aspettative di un moderno e versatile pubblico come quello dei Millennials.
Top & Pop Wine come risposta a un mercato e a un settore che ha bisogno di scenari nuovi, di linguaggi appropriati per narrare la cultura di un prodotto, il vino, che dovrebbe essere prima di tutto un simbolo di convivialità, oltre a rappresentare uno strumento di lettura trasversale utile a pre-figurare gli scenari futuri: quelli ambientali, climatici, sociologici, economici e antropologici.
Perciò, Top & Pop Wine per “StarBere” insieme.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cibo e Vino, potrebbe interessarti

  • Gastrolario, Festival del Misultin e del Pess de Lac

    • dal 1 al 31 ottobre 2020
    • Vedi programma

I più visti

  • Ritorna a Como il Garden Festival d’Autunno

    • fino a domani
    • Gratis
    • dal 19 settembre al 18 ottobre 2020
    • Varie sedi
  • Slow Lake Como, nuova stagione in collaborazione con le guide del Parco Regionale Spina Verde

    • dal 12 settembre al 25 ottobre 2020
    • Baradello - Spina Verde
  • Torna la Fiera del Libro e trasloca a Villa Olmo

    • Gratis
    • dal 23 ottobre al 1 novembre 2020
    • Piazza Cavour e Villa Olmo
  • Lago di Como: Le ceramiche di Villa Carlotta, al via la mostra

    • dal 10 settembre al 8 novembre 2020
    • Villa Carlotta
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    QuiComo è in caricamento