rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Economia

La sfida di Alessandra: portare a Como la cultura del vino naturale

Nasce il coraggioso progetto di Enoteca Liquida, il primo in città dedicato solo alla vendita di etichette naturali

Il vino naturale è ancora una scommessa? Oppure si può parlare di moda del momento? Personalmente, più semplicemente, penso che sia una scelta consapevole di chi ha capito che al vino ci si debba approcciare con un minimo di consapevolezza. Certamente il rispetto per la terra è anche una questione etica: lavorare puliti in vigna e senza trucchi in cantina sono le prime invalicabili regole che contraddistinguono i vignaioli naturali da quelli tradizionali. Ma non si può certo dimenticare, mettendosi dalla parte del consumatore, che il vino è un alimento. E in quanto tale, occorre conoscere come viene prodotto: niente pesticidi o diserbanti in vigna, lieviti autoctoni e pochi solfiti aggiunti in cantina. Caratteristiche che Alessandra conosce bene e che sono alla base del progetto Enoteca Liquida.

"Abbiamo sempre pensato - racconta Alessandra Nociti - che un buon inizio avesse bisogno anche di un buon nome. Enoteca Liquida ha messo subito d’accordo tutti noi. Ci è piaciuta l’idea di battezzare questa nuova avventura, che ha nel cuore un prodotto ancestrale come il vino, con un richiamo sia alla materia sia allo strumento utilizzato per proporla".

logo-3

"Tuttavia - aggiunge Alessandra - siamo in rete solo dopo aver percorso per anni le strette strade dell’uva, dopo aver incontrato e fatto nostre le storie di molti vignaioli. Dopo tanti viaggi, ci siamo innamorati del loro percorso naturale, dei loro vini meravigliosi. Non ci siamo mai stancati di ascoltarli, di assaggiarli e di raccontarli. Ed è così, con la stessa voglia di condividere le “nostre” bottiglie, che è nata a Como Enoteca Liquida. Una cantina con tanti “piccoli” vini buoni che raccontano sia il territorio sia le persone che raccolgono i suoi frutti avendone grande rispetto. L'idea è quella di versare nel bicchiere gli stessi vini pieni di vita ed emozioni, che ci hanno accompagnato fin qui".

"Il nostro obiettivo - continua Alessandra - è quello di porci come punto di riferimento del vino naturale in città, sia per i ristoranti che per le enoteche. Diversamente da quel che succede in rete, che ha logiche commerciali diverse, offriremo loro un approccio diretto e anche la possiblità di avere a disposizione alcune etichette in esclusiva per Como grazie al bellissimo rapporto di amicizia che abbiamo stretto con alcuni vignaioli che fanno dei vini pazzeschi. Stesso discorso vale per i consumatori finali della nostra città, per i quali vogliamo diventare un vero e proprio negozio virtuale di vino. Effetuiamo consegne a domicilio in zona centro Como e limitrofi ma organizziamo anche ritiri presso il nostro magazzino".

La-Distesa-e1616850875569-2

Enoteca Liquida è quindi un progetto di vendita online dedicato solo al vino naturale, il primo nato a Como. Poche e selezionate etichette che in città e dintorni, come detto, verranno consegnate direttamente da Enoteca Liquida (basta contattarli su WhatsApp o telefonare al 331.3108514), che a Como si occuperà anche di organizzare appuntamenti ed eventi con i produttori. Una scelta tanto coraggiosa quanto appassionata proprio nel momento in cui in Italia divampa la polemica sul vino biodinamico, l'estremo approccio al vino naturale. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sfida di Alessandra: portare a Como la cultura del vino naturale

QuiComo è in caricamento