Venditore ambulante? No, spacciatore di cocaina

Un uomo di Cantù, originario del Marocco, è stato arrestato per possesso di cocaina a fini di spaccio. La guardia di finanza di Como, grazie all'unità cinofile di Ponte Chiasso, hanno scoperto che l'uomo nel suo garage nascondeva sotto la...

Un uomo di Cantù, originario del Marocco, è stato arrestato per possesso di cocaina a fini di spaccio. La guardia di finanza di Como, grazie all'unità cinofile di Ponte Chiasso, hanno scoperto che l'uomo nel suo garage nascondeva sotto la plafoneria 60 grammi di "polvere bianca". I militari hanno trovato anche un bilancino di precisione, l'occorrente per confezionare le dosi da vendere e un'agenda sulla quale l'uomo annotava i suoi affari, che ammontavano a circa mezzo milione di euro.

Quando l'uomo è stato fermato ha raccontato di essere un venditore ambulante. Con sé, infatti, aveva anche merce d'abbigliamento. Credeva, in questo modo, di poter giustificare anche il possesso di denaro contante ammontante a circa 800 euro. I finanzieri, però, sono rimasti insospettiti da alcune sue contraddizioni e hanno deciso di approfondire il controllo con la perquisizione nella sua abitazione.

La cocaina ritrovata nel garage del marocchino se fosse stata venduta avrebbe fruttato circa 20 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Katia Ricciarelli: "Il mio compleanno in solitudine sul lago di Como"

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

  • In centro Como è aperto solo Alberto: "Forse gli altri non stanno così male"

Torna su
QuiComo è in caricamento