rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
La truffa in vacanza

Truffa in vacanza: pagano la casa a Jesolo ma è già occupata. Soldi evaporati

La famiglia di Como aveva già versato un acconto di 600 euro su mille dovuti per una settimana

Con tutta la gioia di chi sta per cominciare una vacanza una famiglia di Como, una coppia con un neonato, è partita per Jesolo dove avevano prenotato un appartamento online, con tanto di caparra versata pari a 600 euro (su mille dovuti). Una volta arrivati sul posto l'amara sorpresa: la casa era occupata da altri turisti che avevano regolarmente pagato tramite un'agenzia viaggi. A questo punto è stato purtroppo chiaro che a essere truffata era stata la famiglia di Como che aveva prenotato tramite un sito e-commerce, gestito da una signora di cui evidentemente si erano fidati tanto da versarle la caparra. 

La vicenda è stata raccontata da Fabrizio Cibin su Il Gazzettino. Nello stesso giorno sono state ben due le famiglie a recarsi in quell'appartamento in zona piazza Nember a Jesolo: poco dopo la coppia di Como con il loro piccolino, a bussare sempre alla stessa porta una famiglia di Treviso. Identico copione: caparra versata di 600 euro e anche per loro non c'è stato altro da fare che constatare di aver perso quei soldi e cercare un'altra sistemazione, cosa non facile dato il periodo di alta stagione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa in vacanza: pagano la casa a Jesolo ma è già occupata. Soldi evaporati

QuiComo è in caricamento