Cronaca Viale Giuseppe Sinigaglia

Ultrà del Calcio Como violento con la polizia. Non potrà accedere allo Stadio per 5 anni

Nei confronti del 48enne è scattata già durante la prima partita del campionato la Daspo: è la terza volta. L'ultima nel 2016

Per cinque anni era stato lontano dallo Stadio proprio perchè colpito da Daspo (Divieto di accedere a manifestazioni sportive, titolo della legge n. 401 del 13 dicembre 1989, finalizzata a contrastare la violenza negli stadi.). Non una volta sola ben tre: nel 1999, nel 2007 e nel 2016. Ma I.S. è stato di nuovo denunciato a piede libero già durante la prima partita del Como contro l'Ascoli. 

Lo stesso è stato colpito da provvedimento di Daspo, emesso dal Questore di Como immediatamente dopo la prima partita casalinga del Como 1907 di quest'anno,perchè nell'occasione I.S. si era reso responsabile dei reati di minaccia ed oltraggio a pubblico ufficiale ed ha violato il regolamento dell'uso dell'mpianto sportivo.

Per queste ragioni la Divisione Anticrimine della Questura, grazie all'apporto di personale D.I.G.O.S. specializzato in reati da stadio, gli ha notificato il provvedimento che vieta l'accesso agli impianti sportivi per 5 anni, a cui si aggiunge la prescrizione dell'obbligo di firma in questura trenta minuti dopo l'inizio di ogni partita del Calcio Como, atto convalidato dal G.I.P. presso il Tribunale di Como.

Anche per il campionato di Serie B in corso non si ferma l'attività preventiva e repressiva dei comportamenti illeciti posti in essere dalle frange ultras della tifoserie lariana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultrà del Calcio Como violento con la polizia. Non potrà accedere allo Stadio per 5 anni

QuiComo è in caricamento