rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca Merone

Supermercato della droga alle porte del Comasco: cocaina, hashish e machete. In fuga due uomini

Sono molte le aree boschive e campestri che si trovano nel "triangolo" tra la provincia di Lecco, quella di Como e quella di Monza a essere oramai in mano agli spacciatori

Sono le aree boschive che si trovano nel "triangolo" tra la provincia lecchese, quella comasca e quella di Monza e Brianza ad essere interessate da un grande giro di spaccio di droghe varie. Come una sorta di supermercato della droga dove spesso azioni di perlustrazione o blitz dei carabinieri trovano segnali del passaggio di questi spacciatori che a volte presi alla sprovvista lasciano dei piccoli accampamenti e non riescono a portarsi via le varie sostanze e armi. 

Droga e armi nel bosco

Negli scorsi giorni durante uno di questi controlli i carabinieri della stazione di Costa Masnaga, presidiando il territorio lungo la via Provinciale che taglia il comune di Rogeno (confinante con Merone) hanno individuato due persone all’interno di un'area campestre a margine della strada che, alla vista della pattuglia, si sono date a una precipitosa fuga all'interno della retrostante area boschiva. I due soggetti, entrambi di origine magrebina, hanno abbandonato sul posto numerosi involucri in cellophane contenenti in totale 220 grammi di eroina, 93 grammi di cocaina, 138,5 grammi di hashish e 54 grammi di marijuana oltre a due machete e a un bilancino di precisione

Le armi e la sostanza stupefacente rinvenute sono state sottoposte a sequestro penale da parte dei militari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Supermercato della droga alle porte del Comasco: cocaina, hashish e machete. In fuga due uomini

QuiComo è in caricamento