Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Stangata da 422mila euro di Renzi a Lucini. Ceruti (M5S) sprizza sarcasmo e veleno

Perfido (politicamente) Luca Ceruti. Il capogruppo dei Cinque Stelle a Palazzo Cernezzi ha scovato uno "scherzetto" mica da poco compiuto dal premier Matteo Renzi al sindaco Mario Lucini (e non soltanto a lui naturalmente, ma a molti primi...

Luca Ceruti, consigliere comunale Movimento 5 Stelle

Perfido (politicamente) Luca Ceruti. Il capogruppo dei Cinque Stelle a Palazzo Cernezzi ha scovato uno "scherzetto" mica da poco compiuto dal premier Matteo Renzi al sindaco Mario Lucini (e non soltanto a lui naturalmente, ma a molti primi cittadini italiani). In estrema sintesi, come si può constatare da questo documento, il governo nazionale ha sostanzialmente imposto all'amministrazione comasca un aumento del contributo alla finanza pubblica per il 2015 pari a oltre 422mila euro. Con un tributo complessivo dovuto da Palazzo Cernezzi a Roma che sale dai precedenti 841mila euro a un milione e 264mila euro.

"Il governo, costituito da un ex sindaco che ha "promesso" di non opprimere ulteriormente i Comuni italiani - rimarca Ceruti - ha confermato il trend dei governi precedenti, addirittura gravandolo del 50%. A un solo anno di introduzione della IUC (Tasi, Tari ed IMU), si presenta il conto dello Stato, dall'alto del #renzicottero. Ecco infatti che arriva una bella doccia gelata per il bilancio comunale anche di Como: un'aumento del contributo alla finanza pubblica per l'anno 2015 di 422.802 euro, portando il nostro contributo da 841.538 euro alla "modica" cifra di 1.264.340 (+50%)".

In effetti, a dispetto della omogeneità di colore politico, uno sgambetto per le giù precarie finanze municipali non secondario.

"I nostri buoni governanti penseranno che sono appena un aumentino dello 0,4 % sui circa 100 milioni del nostro bilancio, ma noi ci chiediamo come sempre: a fronte di quale servizio ci sarà questo aumento? Già la risposta la conosciamo: nessuno".

Il finale è denso anche di (velenosa) ironia.

"Caro sindaco Lucini - afferma il capogruppo dei Cinque Stelle - ci spiace che tu faccia parte di un partito che scarica la colpa su di te, che ti costringe a fare i salti carpiati vendendo a destra e a manca pur di fare cassa per scongiurare i nuovi aumenti di tasse che inevitabilmente ci saranno. Cosa ti inventerai per fare cassa? E l'assessore al Bilancio Paolo Frisoni, quale magia?".

C'è, comunque, anche una proposta (fortemente sarcastica) da parte di Ceruti.

"Noi un'idea la diamo, apriamo all'iniziativa, adotta un sindaco e la giunta - sottolinea il grillino - Invita a cena il sindaco o un assessore della tua città per la modica cifra di 20 euro. Così Sindaco e Giunta potrete raccontare ai cittadini comaschi, in che difficoltà ci sta mettendo il partito Pd. Lo stesso partito di Piero Fassino, sindaco di Torino, presidente ANCI, tesserato PD". Segue hashtag dedicato (#italiaspremuta) e altra battuta: "Si cambia verso, ora si spreme solo in senso antiorario!? Sempre spremuta è".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stangata da 422mila euro di Renzi a Lucini. Ceruti (M5S) sprizza sarcasmo e veleno

QuiComo è in caricamento