Rovello Porro piange la perdita di Don Mario Banfi

La parrocchia del paese lo ricorda con una nota

Lo leggiamo sulla pagina di facebook della parrocchia di Rovello Porro (Co). Ieri, 31 marzo 2020, è venuto a mancare Don Mario Banfi. 

«Da Torino arriva una brutta notizia. Il Salesiano e nostro concittadino don Mario Banfi è salito alla casa del Padre.
Lo affidiamo alla Beata Vergine del Carmine, di cui lui era tanto devoto. Tanti sono i ricordi che abbiamo di lui, soprattutto durante la festa della Madonna del Carmine... che onorava ogni anno, fin quando ha potuto».

Il salesiano, pur essendo originario della comunità di Rovello Porro, da anni esercitava nel toriniese, ed è dal Teatro Monterosa che arrivano le parole èiù accorate:

«Il 31 marzo è tornato alla casa del Padre don Mario Banfi. Se oggi esiste la nostra Sala della comunità lo dobbiamo interamente a lui, infaticabile ed entusiasta trascinatore in progetti che sembravano più grandi delle sue capacità!

Ma la caratteristica più bella di don Mario era la sua perenne allegria. In lui ho sempre visto incarnate le parole di don Bosco “La Santità consiste nello stare molto allegri!” Un’ allegria che capivi benissimo che arrivava dalla piena consapevolezza di non sentirsi mai solo! Papa Francesco diceva “Non siate mai uomini, donne tristi: un cristiano non può mai esserlo. La nostra, non è una gioia che nasce dal possedere tante cose, ma dall’aver incontrato una Persona: Gesù! Dal sapere che con Lui non siamo mai soli, anche nei momenti difficili, anche quando il cammino della vita si scontra con problemi e ostacoli che sembrano insormontabili, e ce ne sono tanti”. Questo era don Mario!».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei 9 anni che è stato al Michele Rua, come Direttore, ha costruito una palestra e ristrutturato il Teatro, fermo dal 1983.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Como la gara a chi mangia più arrosticini: il record da battere è 51

  • Quattro ristoranti? Di più, ecco chi sono i master chef lariani

  • I 7 migliori ristoranti dove mangiare etnico a Como

  • Studente positivo al covid al liceo Giovio di Como. E adesso cosa succede?

  • L'Orrido di Nesso, la cascata che fa paura e rumore quando piove

  • Incidente sulla A9 in direzione Como a causa di un cervo: lunghe code

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento