Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Cernobbio

Riprendono le ricerche dell'uomo che si è buttato nel lago dal battello

Ancora nessuna notizia sulla sua identità

Sono riprese alle 9.45 di venerdì 29 settembre 2017 le ricerche dell'uomo annegato nel lago dopo essersi buttato da un battello. Le ricerche erano state sospese qualche giorno fa a causa anche di un guasto al robot subacqueo con il quale il nucleo specializzato dei vigili del fuoco di Milano, supportati dai colleghi di Como, hanno setacciato il fondale tra Cernobbio e Blevio.

E' tra questi due paesi sulle opposte rive del ramo comasco che si sono concentrate le ricerche. Infatti, l'uomo è stato visto buttarsi con un peso tra le mani dal bordo del battello che percorreva questa tratta.

Ora si utilizzerà anche il gps per ricostruire con precisione il percorso seguito dal battello in modo da poter restringere l'area da setacciare. Tra Cernobbio e Blevio la profondità del lago raggiunge i 180 metri.

Riguardo all'identità dell'uomo scomparso nelle acque del Lario non sono stati ancora forniti dettagli. Forse ancora gli investigatori non sono riusciti a capire o a supporre di chi si tratti. Si attende il recupero della salma ma è un'operazione molto difficile a causa delle condizioni di scarsa visibilità del fondale e del tempo trascorso dalla scomparsa, avvenuta il 22 settembre 2017.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riprendono le ricerche dell'uomo che si è buttato nel lago dal battello

QuiComo è in caricamento