Provincia di Como: in un giorno tre attività sanzionate e sospese

Non si fermano i controlli anti-covid della Polizia di Stato

Nonostante lunedì 18 maggio riaprano molte delle attività commerciali, compresi bar e ristoranti, non si fermano i controlli della polizia di stato per verificare che tutto si svolga sempre secondo le nuove necessità igienico-sanitarie.

Proprio durante questo lavoro, ieri 15 maggio, la questura ha controllato un distributore di benzina a Como, all’esterno del quale era stato posizionato un tavolino per le consumazioni dei clienti. Sedute c’erano due donne che consumavano delle bevande. Quindi il titolare dell’attività e le due donne sono stati multati e l’esercizio sospeso per 3 giorni.
5 giorni invece di chiusura per un bar di Guanzate, dove sono stati trovati diversi avventori che consumavano bevande, dentro e fuori dal locale, senza tra l’altro rispettare il distanziamento sociale.
Sempre ieri, nel pomeriggio è stata sospesa per 15 giorni l’attività di un bar di Cermenate, a causa di una rissa tra clienti avvenuta il 7 Marzo: il provvedimento arriva oggi proprio perché lunedì il bar avrebbe dovuto riaprire.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Un malore improvviso: addio a Mario Bottiani, fiorista del mercato coperto

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Follia Lidl, anche nel Comasco file e corse per le scarpe (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

Torna su
QuiComo è in caricamento