Omicidio a Cantù: uccide la suocera

È successo in una casa privata in via Cartesio, nella frazione di Vighizzolo

La palazzina dell'omicidio dopo l'arrivo dei carabinieri di Cantù

Omicidio in via Cartesio, nella frazione di Vighizzolo a Cantù. Intorno a mezzogiorno al 112 è arrivata la telefonata di un uomo che chiedeva l'intervento delle forze dell'ordine e dei soccorsi medici per un a donna. L'uomo che ha chiamato è il responsabile dell'omicidio della donna.  La vittima è Celestina Castiglia, 79 anni, madre della convivente dell'uomo. L'assassino reo confesso, Massimiliano Bellugi di 40 anni, avrebbe agito d'impulso al culmine di una lite: ha afferrato un coltello da cucina e ha ferito a morte la donna. 

I due si trovavano soli in casa ma non si conoscono i motivi della lite ma sembra che i carabinieri fossero già intervenuti diverse volte nell'abitazione, dopo essere stati chiamati dai vicini, allertati dalle grida dei violentissimi litigi famigliari.

Video: la casa dell'omicidio

Sul posto, oltre agli uomini dell'arma chiamati dallo stesso omicida, un’ambulanza e l'elisoccorso: i paramedici non hanno però potuto far altro che constatare il decesso. Sul posto intanto è arrivato il pm Massimo Astori.

Bellugi è stato ritrovato poco dopo nei pressi dell'ospedale Sant'Antonio Abate di Cantù con i vestiti ancora sporchi di sangue.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto incendiata a Como in piazza San Rocco: le immagini

  • Monet, Cézanne, Renoir, Gauguin e Van Gogh: a Lugano arrivano i capolavori della collezione Emil Bührl

  • Via Milano bassa sta cambiando: le paure dei residenti

  • Argegno, auto esce di strada e atterra sopra altre auto parcheggiate

  • Grave incidente a Ossuccio: scontro tra auto e moto sulla Regina

  • Como: il problema non è la Città dei Balocchi ma una città senza visioni

Torna su
QuiComo è in caricamento