menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
diga-degrado-4

diga-degrado-4

Nuovo tondello, Spallino provoca i comaschi contrari. E rischia l'effetto-boomerang

Rischia di tradursi in un autogol la provocazione esplicita lanciata dall'assessore all'Urbanistica di Palazzo Cernezzi, Lorenzo Spallino, sulla nuova diga foranea con annesso monumento di Daniel Libeskind. Attraverso Facebook, l'esponente della...

Rischia di tradursi in un autogol la provocazione esplicita lanciata dall'assessore all'Urbanistica di Palazzo Cernezzi, Lorenzo Spallino, sulla nuova diga foranea con annesso monumento di Daniel Libeskind. Attraverso Facebook, l'esponente della giunta Lucini ha pubblicato una frase palesemente sarcastica nei confronti dei contrari all'intera operazione. Nel post - che a livello di "mi piace" è comunque a quota 28 - si legge testualmente: "Quelli che mi hanno tolto un luogo di contemplazione". Annessa all'urticante affermazione (che, peraltro, per i cittadini non ha controprova visto che il tondello è ancora chiuso), una fotografia dello spiazzo panoramico ante-Libeskind (che trovate qui) dove spicca soprattutto il vecchio cestino dell'immondizia semiaperto e coperto, soprattutto in cima, da bottiglie e altri rifiuti sparsi.

brunati-spallino-16apr15-2La sfida aperta agli scettici dell'operazione Libeskind, però - ripresa ampiamente anche da "La Provincia" - si sta traducendo in un effetto boomerang piuttosto evidente. Sia nella pagina personale dell'assessore, sia nei commenti giunti al quotidiano di via Paoli (il cui sondaggio sul gradimento dell'opera vede i "no, per nulla" primeggiare con il 48% ndr), nel momento in cui scriviamo (le 13.48) prevalgono i commenti negativi rispetto ai toni e ai contenuti del post dell'assessore. In particolare - fatta eccezione per una minoranza che comprende lo sfegatato ultras dell'operazione degli Amici di Como, l'architetto Michele Bollini, completamente schierato sulle posizioni dell'esponente della giunta - nella grande maggioranza dei casi i commenti evidenziano come soprattutto il problema dei rifiuti fosse semmai da attribuire alle carenze della pulizia da parte del Comune. Non manca, ad esempio, chi chiede all'assessore Spallino di domandare le dimissioni del collega di giunta con delega all'Ambiente, Bruno Magatti.

libeskind-giorno-19 Insomma, a distanza di giorni dalla posa di "Life Electric" sul tondello allargato, la vicenda ancora fa molto discutere. E anche qui - a patto che si evitino toni offensivi o incivili - chiunque ha come sempre la possibilità di esprimere in totale libertà la propria opinione.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento