Cronaca

Operazione Metameria duro colpo alla 'Ndrangheta: le indagini si spingono fino a Como

Sono 28 le persone arrestate

Carabinieri Reggio, foto da Reggio Today

Dalle prime ore di questa mattina, 16 febbraio, come riportato anche su Reggio Today, è in corso una vasta operazione dei Carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria, guidati dal colonnello Marco Guerrini. I militari stanno eseguendo provvedimenti di custodia cautelare nei confronti di numerose persone accusate, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, estorsione aggravata, trasferimento fraudolento di beni. Un sistema di estorsioni che ha raggiunto e penetrato anche il Nord Italia. 

L'operazione, oltre che a Reggio e Cosenza, si è estesa anche alle province di Como, Milano, Varese, Livorno, Firenze e Udine. Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia, diretta dal procuratore Giovanni Bombardieri, hanno messo in evidenza la riorganizzazione di alcune consorterie criminali, come quella Barreca, attiva nella zona sud della città, di Reggio, precisamente a Pellaro e Bocale. 

Sono 28 le persone arrestate oggi dai carabinieri a Reggio Calabria nell'ambito dell'operazione "Metameria", contro le cosche di 'ndrangheta : 25 sono destinatarie di misura cautelare in carcere, tre sono agli arresti domiciliari.

I dettagli dell'operazione

Agli arrestati sono contestati i reati di associazione di tipo mafioso, estorsioni, concorso esterno in associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di beni e valori aggravato dall'agevolazione mafiosa. Inoltre, e' stato riscontrato il rapporto di cointeressenza criminale della ndrangheta di Pellaro con i rappresentati di vertice di tutte le maggiori articolazioni della 'ndrangheta reggina quali i Labate, Condello, De Stefano e Ficara-Latella.

Nel corso dell'operazione sono state sequestrate 8 imprese operanti nei settori dell'edilizia ed impianti elettrici, officine meccaniche per mezzi pesanti, pulizie, autospurgo, gestioni lidi e strutture ricettive, riparazione autoveicoli, i cui beni hanno un valore complessivo di circa 6 milioni di euro.

Purtroppo per Como e provincia non è una novità l'attecchire di pratiche mafiose legate, soprattutto, alla 'ndrangheta che è già stata protagonista nel territorio per la gestione illegale di rifiuti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Metameria duro colpo alla 'Ndrangheta: le indagini si spingono fino a Como

QuiComo è in caricamento