Cronaca

Musulmano di via Pino espulso da Como: "Minaccia per la sicurezza dell'Italia"

“Una minaccia per la sicurezza dello Stato”. Questa la motivazione del provvedimento con il quale il Ministero dell'Interno ha chiesto l'espulsione dall'Italia di un cittadino tunisino residente a Como. Si tratta di B.B., 49enne vicepresidente...

preghiera-islam-ramadan

"Una minaccia per la sicurezza dello Stato". Questa la motivazione del provvedimento con il quale il Ministero dell'Interno ha chiesto l'espulsione dall'Italia di un cittadino tunisino residente a Como. Si tratta di B.B., 49enne vicepresidente dell'associazione culturale islamica di via Domenico Pino a Como. L'altro ieri gli agenti della Digos della Questura di Como hanno dato esecuzione al provvedimento ministeriale. L'uomo è giudicato pericoloso per la sicurezza nazionale dell'Italia stando agli elementi raccolti durante una serie di indagini che hanno dimostrato "una visione dell'Islam connotata da elementi radicali, nonché da un manifestato attivismo jihadista". L'uomo è stato portato prima negli uffici della Questura per gli adempimenti del caso, poi è stato accompagnato all'aeroporto di Malpensa dove è stato imbarcato sul volo diretto a Tunisi. L'uomo è sposato con due figli. Lascia a Como la sua famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musulmano di via Pino espulso da Como: "Minaccia per la sicurezza dell'Italia"

QuiComo è in caricamento