rotate-mobile
Cronaca

Morte di Greta, l'appello del padre Domenico: "Nessuna responsabilità dell'ospedale, rispettate il nostro dolore"

Tramite il presidente di Aivos, Domenico fa chiarezza su alcune dichiarazioni e chiede di non contattare i famigliari

Greta Curti, di soli 21 anni è deceduta a causa del trauma riportato dopo il tragico incidente di domenica 24 luglio. L'appello che il padre Domenico rivolge tramite Andrew Vitello, presidente di Aivos (Associazione Italiana Vittime Omicidio Stradale e Sinistri Gravi) è rivolto a tutti coloro che cercano di contattare lui o gli altri famigliari per avere dettagli, aggiornamenti o spiegazioni sul dramma di Greta. Questo appello è arrivato dopo varie dichiarazioni contrastanti riportate su alcuni giornali, ci spiega Andrew Vitello: "Sono stato delegato ufficialmente dal padre di Greta, Domenico, per rilasciare eventuali informazioni sull'inchiesta relativa all'incidente dove la giovane ha perso la vita. In questo momento chiediamo che non siano contattati famigliari o i parenti e chiunque volesse precisazioni può rivolgersi a me (ufficiostampa@aivos.it). Non c'è alcuna responsabilità da imputare ai soccorritori o ai sanitari. Greta è stata portata al Sant'Anna in codice giallo e il codice rosso non avrebbe fatto alcuna differenza date le gravissime conseguenze dell'impatto, che è il solo responsabile del decesso. Il Pm e le forze dell'ordine stanno ricostruendo le dinamiche del sinistro e con la procura stanno avanzando le indagini. C'è un indagato per omicidio stradale e si ricostruiranno le circostanze per cui l'auto è andata fuori strada, impattando contro un muro. È ora di lasciare alla famiglia di Greta la dovuta privacy in questo momento di straziante dolore." 

Il tragico incidente 

Aveva 21 anni Greta Curti. Era uscita da poco dal bar dove lavorava come cameriera e un collega la stava accompagnando a casa. Erano circa le 4 del mattino di domenica 24 luglio 2022. In via Pedrosi, ad Appiano Gentile, il van guidato dal collega 38enne di Rozzano, ha sbandato ed è finito contro un muro. 
Le conseguenze dell'incidente non sono apparse molto gravi. Greta e il collega sono stati trasportati al pronto soccorso dell'Ospedale Sant'Anna. Lui è stato dimesso poco dopo, lei, arrivata in ospedale in codice giallo, è stata trattenuta in osservazione, poi nelle ore successive le sue condizioni si sono aggravate. I medici hanno cercato di salvarla ma alla fine la giovane Greta è morta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morte di Greta, l'appello del padre Domenico: "Nessuna responsabilità dell'ospedale, rispettate il nostro dolore"

QuiComo è in caricamento