Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Montano Lucino

Monopattini cinesi provenienti dalla Svizzera rispediti indietro: non erano sicuri

L'importatore non farà arrivare in Italia il resto della merce prevista

Cinque monopattini, di origine cinese e provenienza Svizzera, sono stati sottoposti al controllo presso la Sezione Operativa Territoriale di Montano Lucino in quanto privi delle prescritte marcature “CE”.

Grazie al controllo effettuato dai funzionari su cinque monopattini elettrici, una più ampia quota di merce che non risponde alle norme di sicurezza non sarà immessa sul mercato.

Nel contraddittorio tra Agenzia delle Dogane e l’importatore, dopo la verifica di non conformità, è emersa la volontà di quest’ultimo di rispedire la partita all’estero e di non dare seguito all’importazione della restante e più ampia quota di merce prevista dal contratto di fornitura.

L’Ufficio ha proceduto, come da Reg. (CE) 765/2008, ad interessare il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), competente in merito ai controlli sui prodotti che entrano nel mercato comunitario, affidando contestualmente la merce in custodia giudiziale al rappresentante indiretto dell’importatore, in attesa del pronunciamento del MISE.

Tre le possibili opzioni: la regolarizzazione, la distruzione, la rispedizione all’estero. È stata scelta l’ultima opzione e la merce è stata rispedita.
Il risultato conseguito testimonia il costante impegno della Agenzia delle Dogane nel contrasto ai traffici illegali al confine, anche a tutela della salute pubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monopattini cinesi provenienti dalla Svizzera rispediti indietro: non erano sicuri

QuiComo è in caricamento