Val d'Intelvi, approfitta dell'affollamento sul bus per molestare 4 ragazzine: arrestato

Le studentesse tornavano a casa su un pullman di linea: in manette uomo di 49 anni

Nella giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, i carabinieri della compagnia di Menaggio hanno arrestato un 49enne responsabile di violenza sessuale nei confronti di quattro studentesse a bordo di un autobus di linea. 

I militari di di Alta Valle Intelvi, nel pomeriggio del 25 novembre, hanno tratto in arresto H.Z., 49enne pakistano, per lmolestto sessualmente quattro studentesse, di cui una minorenne, che stavano tornando a casa su un pullman di linea.

L'uomo ha approfittato del consueto momento di affollamento del pullman per molestare almeno quattro giovani ragazze, che hanno avuto la forza di segnalare subito la violenza subita. E' stato il conducente, poi, chiamare subito i carabinieri che, con un immediato blitz sull’autobus, hanno prelevato ed immobilizzato l’arrestato prima che si potesse dileguare. Le indagini proseguono nel massimo riserbo e, non potendo escludere che l'uomo abbia agito anche in altre occasioni, i carabinieri invitano le altre eventuali vittime a rivolgersi alle forze dell'ordine. L

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo arrestato è stato portato al carcere Bassone di Como.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pasqua blindata, restrizioni almeno fino al 13 aprile

  • Turismo sul Lago di Como, si prospetta una tragedia economica

  • Idee anticrisi, ecco i dining bonds: li paghi meno di quello che valgono, li spendi alla riapertura del ristorante

  • Bonus spesa e cibo: gli aiuti del governo in provincia di Como arriveranno attraverso i servizi sociali

  • Lomazzo, ragazza di 28 anni tenta il suicidio buttandosi dal secondo piano

  • Isolamento estremo: a Fino Mornasco dal 22 febbraio una famiglia con 2 bimbe non esce di casa

Torna su
QuiComo è in caricamento