Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Manifesti fascisti su associazioni di sinistra e sul Monumento alla Resistenza

Ieri mattina, martedì 11 settembre, alcune associzioni di sinistra, compresa la Cgil, hanno trovato manifesti fascisti appesi a portoni, vetrine e muri delle proprie sedi, con tanto di faccia di Mussolini stampata sopra. Il manifesto recita: "E'...

manifesto-fascista-italia-cuba

Ieri mattina, martedì 11 settembre, alcune associzioni di sinistra, compresa la Cgil, hanno trovato manifesti fascisti appesi a portoni, vetrine e muri delle proprie sedi, con tanto di faccia di Mussolini stampata sopra. Il manifesto recita: "E' stato fatto più in vent'anni di fascismo che in sessant'anni di democrazia". Segue un lungo elenco di opere e iniziative messe in atto e concretizzate durante il regime fascista. Tra le associazioni ed enti che hanno trovato questo manifesto ci sono oltre alla Cgil anche Anpi (Associazione partigiani), Arci, e l'associzione Italia-Cuba che hanno presentato un esposto in Questura. Il manifesto non è firmato ma sembra ovviamente riconducibile a persone o gruppi di estrema destra. Il manifesto, inoltre, è stato affisso anche al Monumento alla Resistenza Europea che si trova sul lungolago Mafalda di Savoia, vicino ai giardini a lago. Dura la presa di posizione di Alessandro Tarpini, segretario della Cgil di Como: "Un manifesto del genere affisso anche sul Monumento alla Resistenza è insopportabile, direi che è un sacrilegio. Mi sono rivolto al questore e mi è stato assicurato che sono in corso indagini per capire chi siano i responsabili di questa azione. Un'azione che definisco anche vigliacca perché è anonima. Nessuno si è assunto la responsabilità di questo gesto. E' evidente l'apologia di fascismo. In un periodo così drammatico, in cui molte persone sono in difficoltà per problemi economici, l'ultima cosa di cui c'è bisogno è gettare benzina sul fuoco con queste azioni".

Forza Nuova di Como - il movimento di estrema destra che negli ultimi mesi ha firmato diverse azioni provocatorie - pur non criticando il gesto nel merito, fa sapere di non avere nulla a che fare con l'affissione dei manifesti fascisti. Riccardo Maceroni, portavoce del movimento, ha dichiarato che "questa non è farina del nostro sacco, noi ci firmiamo sempre, siamo un movimento politico che agisce sotto la luce del sole. D'altra parte chi ha appeso questi manifesti se non appartiene a nessun gruppo o movimento non può inventarsi una sigla".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifesti fascisti su associazioni di sinistra e sul Monumento alla Resistenza

QuiComo è in caricamento