Cronaca

L'ufficio permessi trasloca: tra scatoloni e pass incustoditi

Interi faldoni accatastati l'uomo sull'altro. Scatoloni colmi di documenti, aperti e alla mercé di chiunque. Contrassegni per l'access alla Ztl nuovi di zecca e ancora da compilare abbandonati in una scatola aperta. Su segnalazione di un...

Interi faldoni accatastati l'uomo sull'altro. Scatoloni colmi di documenti, aperti e alla mercé di chiunque. Contrassegni per l'access alla Ztl nuovi di zecca e ancora da compilare abbandonati in una scatola aperta. Su segnalazione di un cittadino siamo andati a verificare la situazione del nuovo ufficio permessi del Comune di Como che da ieri (13 ottobre) ha traslocato dal chiostro antico di Palazzo Cernezzi alla sede degli uffici comunali di via Odescalchi. Nel caos del trasloco i tantissimi documenti relativi alle autorizzazioni per l'accesso in auto alla Zona traffico limitato e ai contrassegni per disabili sono stati "parcheggiati" nel corridoio del piano terra, davanti alla porta dell'ufficio. Scatoloni aperti e raccoglitori a portata di mano di chiunque si trovi a passare di lì. A sorvegliare la mole di carte non c'è nessuno. Afferrare un pass ancora in bianco e portarselo via sarebbe un gioco da ragazzi, anche se a poco servirebbe visto che in teoria le telecamere posizionate ai varchi di accesso alla città murata dovrebbero essere in grado di capire se un'auto è inserita nell'elenco dei veicoli autorizzati alla Ztl.

Ad ogni modo, il caos regna al piano terra dello stabile comunale di via Odescalchi. Dall'amministrazione hanno però assicurato che si tratta di una soluzione destinata a durare pochissimi giorni.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ufficio permessi trasloca: tra scatoloni e pass incustoditi

QuiComo è in caricamento