rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Lo hanno rintracciato pedinando i suoi parenti comaschi: latitante viveva in Francia con documenti falsi

Era ricercato per riciclaggio e rapina

Da oltre dieci anni viveva in Francia dove grazie a documenti falsi si era rifugiato per sfuggire all'arresto. L'uomo, 71 anni, era ricercato dal 2010 a seguito di alcune condanne per associazione a delinquere finalizzata alla ricettazione ed al riciclaggio, furto e rapina, commessi dal 1991 al 2007 in Italia ed all’estero. Lo scorso 8 dicembre, grazie a una meticolosa e complessa attività d’indagine, condotta anche in territorio francese, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Como, in collaborazione col Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Ministero dell’Interno, lo hanno individuato a Nizza. Gli investigatori sono giunti a lui anche seguendo le tracce di alcuni suoi familiari, residenti proprio nella nostra provincia, che si recavano periodicamente a trovarlo all’estero.

Al momento dell’arresto, effettuato congiuntamente dai militari comaschi, dalla polizia francese e da personale del Gruppo d’Intervento della Gendarmeria Nazionale, il latitante è stato trovato in possesso di documenti d’identità italiani falsi, per mezzo dei quali negli ultimi anni aveva soggiornato clandestinamente oltralpe. L’arrestato, che attualmente è detenuto in Provenza, è in attesa di essere estradato in Italia ove dovrà saldare il suo conto con la giustizia e scontare una pena superiore ai 10 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo hanno rintracciato pedinando i suoi parenti comaschi: latitante viveva in Francia con documenti falsi

QuiComo è in caricamento