Cronaca Campione d'Italia / Piazzale Milano, 2

Guardia di finanza al Casinò di Campione d'Italia

Si ipotizza il reato di peculato

Guardia di Finanza a Campione d'Italia: la Procura della Repubblica di Como ha aperto un fascicolo d'inchiesta sulla casa da gioco dell'enclave. L'ipotesi di reato sarebbe il peculato. Nella mattinata di martedì 28 novembre 2017 numerosi uomini del nucleo di polizia tributaria delle fiamme gialle hanno fatto visita agli uffici dedla casinò municipale e del Comune effettuando perquisizioni e acquisizione di atti e documenti.

Da quanto si è appreso dalla Provincia nella lente d'ingrandimento degli inquirenti ci sarebbero i contributi, o meglio, i mancato versamento dei contributi che in teoria il Casinò dovrebbe conferire all'amministrazione comunale, infatti, il Comune di Campione d'Italia è proprietario al cento per cento del casinò. Sembra, però, che tali contributi non venissero versati da ben due anni. 

CAMPIONE D'ITALIA - Decine di finanzieri del nucleo di polizia tributaria, questa mattina, hanno effettuato un vero e proprio blitz in quel di Campione d'Italia, facendo visita sia alla casa da gioco che al Comune. I militari italiani - stando a quanto riferisce la Provincia di Como - hanno effettuato perquisizioni e acquisizioni di documenti negli uffici del Casinò e del Municipio.

La situazione finanziaria nel Comune dell'enclave non è delle migliori già da un bel po' di tempo. Basta pensare che lo scorso mese di luglio il sindaco Roberto Salmoiraghi aveva definito "drammatica" la situazione delle casse municipali. "Negli ultimi dieci anni siamo passati da un avanzo di 34 milioni di franchi a un debito di oltre trenta milioni di franchi - aveva spiegato il primo cittadino di Campione d'Italia - ai quali vanno aggiunti altri 2 milioni di euro. Abbiamo debiti con i nostri fornitori e a giugno non è stato possibile pagare gli stipendi dei dipendenti», aveva dichiarato. «La casa da gioco ha sulle sue spalle un debito da 106 milioni e 800mila franchi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardia di finanza al Casinò di Campione d'Italia

QuiComo è in caricamento