Cronaca

Gerosa: "Sì al dispositivo che limita automaticamente la velocità delle auto"

Un dispositivo che limiti automaticamente la velocità sui veicoli a motore, così da far procedere forzatamente la vostra auto a 30, 50 o 70 km orari in base al limite in vigore sull'arteria percorsa. Questo l'appello a governo e Parlamento...

Limite di 30 k/h nella zona adiacente a via Milano a Como: nella foto via XX Settembre

Un dispositivo che limiti automaticamente la velocità sui veicoli a motore, così da far procedere forzatamente la vostra auto a 30, 50 o 70 km orari in base al limite in vigore sull'arteria percorsa. Questo l'appello a governo e Parlamento sottoscritto dalla giunta di Palazzo Cernezzi, su proposta dell'assessore alla Mobilità Daniela Gerosa, per aderire all'iniziativa Un Filo di sicurezza in più, per l'introduzione della limitazione automatica della velocità sui veicoli a motore (Intelligent Speed Adaptation).

daniela-gerosa"Nel 2013, in Italia, hanno perso la vita a causa di incidenti stradali 3400 persone - spiega Gerosa - Più del 42% di questi incidenti avviene sulle strade urbane, coinvolgendo pedoni e ciclisti. Il provvedimento che appare più semplice da introdurre e allo stesso tempo più efficace è l'installazione sui veicoli di un dispositivo di controllo "intelligente" di velocità (Isa) che si adatti automaticamente ai limiti vigenti sulle diverse categorie di strade. Lo scopo è aiutare l'automobilista a mantenere il limite di velocità corretto in ogni momento". Nel documento, che sarà trasmesso a Governo e Parlamento, si chiede di riprendere, valutare e sviluppare in tempi rapidi una proposta operativa di introduzione di dispositivi Isa sui veicoli e di attivare contemporaneamente un'iniziativa in sede europea per estendere e coordinare tale azione con gli altri stati membri. L'appello può essere sottoscritto oltre che dalle istituzioni e dagli enti locali, anche dalle associazioni, dal mondo dell'educazione e della cultura, dalle imprese e da tutti i soggetti pubblici e privati.

"L'automobile è un oggetto importante, spesso indispensabile, che ci permette di lavorare, di viaggiare, in una parola di vivere - spiegano i promotori dell'appello - Però l'automobile troppo spesso ancora uccide, 3400 volte all'anno solo in Italia. Questo tributo non è inevitabile; ad esempio, semplicemente tirando un filo tra il navigatore satellitare e l'apparato elettronico di controllo del motore si può fare in modo che l'automobile rispetti sempre i limiti di velocità, eliminando la maggiore causa degli incidenti gravi. Questo dispositivo esiste e si chiama ISA (Intelligent Speed Adaptation): questa iniziativa chiede che quel filo di sicurezza venga finalmente tirato". Ad oggi hanno già sottoscritto l'appello l'associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale, Legambiente, Wwf, Federazione italiana Amici della bicicletta Onlus, l'associazione Lorenzo Guarnieri per la sicurezza stradale e l'assistenza alle famiglie delle vittime della strada, l'associazione Gabriele Borgogni assistenza vittime della strada, Comune di Filago (Bg), Comune di Pregnana (Mi), Comune di Albizzate (Va), Comune di Magenta (Mi), Comune di Settimo Milanese (Mi), Comune di Milano Consiglio di Zona 1/5/7 Comune di Locate di Triulzi (Mi) Comune di Pero (Mi), numerose personalità del mondo accademico, del mondo culturale. Per maggiori informazioni sull'iniziativa è possibile consultare il sito del Comitatowww.unfilodisicurezza.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gerosa: "Sì al dispositivo che limita automaticamente la velocità delle auto"

QuiComo è in caricamento