Como, furti nelle auto in sosta in zona stadio: denunciato richiedente asilo in Svizzera

Identificato grazie anche alla foto scattata da una delle vittime che lo ha sorpreso nella propria macchina nel parcheggio del Carrefour

Repertorio

Tentava di rubare nella auto in sosta in zona stadio a Como, ma è stato bloccato e denunciato dalla polizia. Protagonista un 35enne marocchino richiedente asilo in Svizzera.

Il tentativo di furto in viale Rosselli

Tutto è iniziato alle 16.30 di domenica 24 febbraio 2019 quando al centralino della Questura arriva la telefonata di un uomo di 63 anni che ha trovato un intruso nella propria auto: insieme alla moglie il 63enne aveva parcheggiato l'auto nel parcheggio del Carrefour di viale Rosselli per andare a fare la spesa al supermercato. Una volta usciti la donna si è accorta che nel mezzo c'era un uomo e che il finestrino deflettore della portiera posteriore di sinistra era rotto. 

Sorpreso dalla coppia, l'uomo è scappato facendo perdere le proprie tracce, ma con grande prontezza la donna era riuscita a fotografarlo con il proprio telefonino.

Il fermo in via Martinelli

Qualche ora dopo, verso le 18 sempre di domenica, mentre la coppia si trovava in Questura per sporgere denuncia, la sala operativa della Polizia Locale di Como ha ricevuto una telefonata da parte di una cittadina che comunicava la presenza di un soggetto che, con atteggiamento sospetto, si aggirava tra le auto in sosta in via Martinelli. Una pattuglia dei vigili è andata sul posto, identificando subito l'uomo corrispondente alla descrizione.
Gli agenti della polizia locale hanno fermato l'uomo che ha dichiarato di chiamarsi M.A., classe 1984 marocchino. Il 35enne ha mostrato un pass d’uscita svizzero, in quanto richiedente asilo nella vicina confederazione elvetica.

Da un’ispezione della zona i vigili hanno notato un’auto parcheggiata nelle vicinanze con il vetro deflettore della portiera posteriore sinistra infranto e nel cestino su cui era appoggiato l'uomo un grosso sasso, sul quale erano presenti tracce di cristallo polverizzato.

La denuncia

Insospettiti da tutto ciò i due agenti della Polizia Locale hanno chiamato la sala Operativa della Questura per sapere se vi fossero segnalazioni riguardo eventuali ulteriori furti sulle auto. Dopo il riscontro della centrale operativa, gli agenti della Polizia Locale hanno accompagnato il marocchino in Questura: il suo volto corrispondeva a quello ritratto nelle foto scattate dai proprietari dell'auto danneggiata al Carrefour che lo hanno riconosciuto.

Il 35enne è stato quindi denunciato per tentato furto aggravato e per ingresso e soggiorno illegale sul territorio italiano.

Potrebbe interessarti

  • Lago di Como esondato in piazza Cavour, lungolago chiuso: i percorsi alternativi

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Sciopero trasporti a Como: giovedì 13 giugno a rischio treni Trenord, bus Asf e funicolare

  • Como, lungolago chiuso per esondazione: caos traffico in città

I più letti della settimana

  • Omicidio a Veniano, ragazzo accoltellato dopo una lite durante la festa di paese

  • Picchia a sangue con un bastone e violenta la moglie incinta: uomo arrestato a Como

  • Jennifer Aniston: "Il Lago di Como è bellissimo"

  • Hans Junior Krupe, il ragazzo ucciso a Veniano

  • Esondazione del lago di Como, la mega gallery con tutte le vostre foto

  • Omicidio di Veniano, arrestato l'aggressore di Hans

Torna su
QuiComo è in caricamento