Falsi biglietti dei vigili in borghese nelle cassette delle lettere. Si teme la truffa

Biglietti con la scritta "vigili in borghese", poi, a seguire, un numero di cellulare al quale, effettivamente, rispondono gli agenti di polizia locale poiché si tratta di un cellulare di servizio. Questi biglietti, scritti a mano, sono stati...

polizia-locale-auto

Biglietti con la scritta "vigili in borghese", poi, a seguire, un numero di cellulare al quale, effettivamente, rispondono gli agenti di polizia locale poiché si tratta di un cellulare di servizio. Questi biglietti, scritti a mano, sono stati ritrovati in alcune cassette delle lettere nel quartiere di Sagnino a Como. Un residente ha segnalato l'insolito biglietto ai vigili che hanno fatto immediatamente scattare le indagini. Si teme che si tratti di una truffa. Infatti, capita che il numero di cellulare riportato sul pezzo di carta da block notes non sia raggiungibile (a volte perché il telefono è spento). Il timore è che un eventuale truffatore possa cercare di farsi aprire la porta di casa da qualche cittadino, magari anziano, e farsi accogliere affermando di essere un vigile in borghese, magari lo stesso che ha infilato il biglietto nella buca della posta. Il comando di viale Innocenzo, dunque, tiene ad allertare i cittadini e avvisarli del fatto che nessun vigile sta distribuendo realmente simili biglietti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Katia Ricciarelli: "Il mio compleanno in solitudine sul lago di Como"

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

  • In centro Como è aperto solo Alberto: "Forse gli altri non stanno così male"

Torna su
QuiComo è in caricamento