Evasione fiscale, aprono e chiudono società per non pagare le tasse: 2 arresti a Lomazzo

In manette due cittadini cinesi

Repertorio

Due persono sono state arrestate per evasione fiscale lunedì 11 giugno 2018 dai carabinieri della stazione di Lomazzo-Compagnia di Cantù.
In manette sono finiti due cittadini cinesi di 55 e 51 anni, Z.F. e C.J. le loro iniziali, entrambi residenti a Lomazzo. 

I due dal 2007 all'inizio del 2012 avevano messo in atto una serie di escamotage (anche attraverso ripetuti cicli di apertura e chiusura di diverse società) finalizzati a non versare i dovuti tributi derivanti dall’attività di impresa (l’ambito è quello della produzione di tomaie per calzature). 

I militari hanno eseguito una revoca di decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo nei confronti dei due cittadini cinesi. I reati contestati sono associazione finalizzata all’evasione fiscale e dichiarazione fraudolenta mediante altri artifizi, dovendo espiare la pena di 2 anni e 2 mesi di reclusione.

Dapprima sospesa, con apposita ordinanza il Tribunale di Sorveglianza di Milano il 29 maggio 2018 ha rigettato l’istanza di affidamento ai servizi sociali presentata dai condannati. I militari della Stazione Carabinieri di Lomazzo hanno dunque rintracciato i due cinesi presso il proprio domicilio e li hanno portati nel carcere Bassone di Como.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'autostrada A4: è morto Cesare Coquio di Uggiate Trevano

  • Coronavirus, primi casi in Lombardia: a un'ora da Como tre paesi "in isolamento"

  • Persona investita dal treno a Lugano Paradiso

  • Il panino più caro d'Italia è sul Lago di Como

  • Trono di spade: l'attrice che interpreta Arya Stark a Como

  • Como, prende a calci un cucciolo di labrador: la padrona denuncia l'aggressore

Torna su
QuiComo è in caricamento