Cronaca

Esposto e ispezione: dichiarata inagibile la tribuna della Piscina di Muggiò

Se dovessimo dire davvero qual è la notizia di questo articolo, propenderemmo senza dubbio per la cortesia, la trasparenza, la disponibilità della direttrice della piscina olimpionica di Muggiò per conto della Fin, Cristina Mercuri. Una donna che...

Esposto e ispezione: dichiarata inagibile la tribuna della Piscina di Muggiò

Se dovessimo dire davvero qual è la notizia di questo articolo, propenderemmo senza dubbio per la cortesia, la trasparenza, la disponibilità della direttrice della piscina olimpionica di Muggiò per conto della Fin, Cristina Mercuri. Una donna che non solo in 5 minuti ha spiegato senza battere ciglio qual è il problema dell'impianto e quali sono le conseguenze specifiche, ma lo ha fatto anche sorridendo e sperando di riuscire a trovare rapidamente una soluzione.

Purtroppo, però, il problema dell'impianto c'è e non è da poco: a seguito di un esposto e di una ispezione della Prefettura di Como, la tribuna della piscina di Muggiò è stata dichiarata inagibile. Certo, un po' all'italiana: con una deroga specifica concessa dal sindaco Mario Lucini per le partite di A1 della Como Nuoto (dietro precise prescrizioni di sicurezza aggiuntive) e invece con la disputa a porte chiuse di tutte le altre gare agonistiche. Ma, comunque, il problema non è da poco e sabato scorso le prime a farne le spese sono state le Rane Rosa nella vittoriosa sfida con Verona senza pubblico schierato in tribuna.

Il problema principale che ha portato alla dichiarazione di inagibilità degl spalti (provvedimento a oggi ancora in vigore a tutti gli effetti) è il mancato adeguamento alle più recenti normative in tema di sicurezza, specialmente in relazione alle uscite di sicurezza ma non soltanto. Un compito che, a scanso di equivoci, spetterebbe al Comune di Como e non alla Federazione Italiana Nuoto che gestisce l'impianto a cui sono demandate soltanto alcune opere di manutenzione.

Come si accennava, con estrema disponibilità ha spiegato la situazione la direttrice per la Fin dell'impianto, Cristina Mercuri.

"La proprietà dell'impianto è del Comune e come Fin noi lo gestiamo. Purtroppo - spiega - a seguito di un esposto e di una ispezione della Prefettura, la tribuna è stata dichiarata inagibile. La vasca, che curiamo direttamente noi, si può definire un piccolo gioiello ma certamente l'impianto ha bisogno di numerosi interventi e adeguamenti, anche in materia di sicurezza. Ora, per quanto riguarda le partite di A1 della Como Nuoto procederemo di settimana in settimana con eventuali deroghe per permettere l'utilizzo delle tribune, in tutti gli altri casi le partite si svolgeranno a porte chiuse e senza pubblico sugli spalti".

Già dopodomani, però, in Prefettura si riunirà la commissione ad hoc con tutti i soggetti coinvolti riuniti per valutare il da farsi.

"Speriamo emerga una soluzione condivisa e realizzabile in tempi brevi - dice ancora la direttrice - Comunque tengo a sottolineare che ogni altra attività della piscina continua a svolgersi regolarmente e senza alcun problema perché non toccata dalla vicenda della tribuna".

L'appuntamento, dunque, è a mercoledì per sapere gli eventuali sviluppi.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esposto e ispezione: dichiarata inagibile la tribuna della Piscina di Muggiò

QuiComo è in caricamento