rotate-mobile
Cronaca Turate

Elicottero in volo sul Comasco, controlli a tappeto: cantieri irregolari e poco sicuri. 10 denunce

Oltre 80mila euro tra ammende e sanzioni

Turate, Rovello Porro e Rovellasca sono stati i comuni maggiormante interessati da questa operazione dei carabinieri di Cantù e Turate. Proprio in questa zona infatti sono sorti molti cantieri edili, aperti dopo i danni provocati dal maltempo che hanno coinvolto anche abitazioni private con tetti scoperchiati e coperture danneggiate. 

Anche grazie all'utilizzo dell'elicottero dell'Arma (che ieri 8 settembre ha sorvolato queste zone del Comasco) è stato possibile controllare alcune aziende nel settore edile. Questo al fine preventivo, per evitare infortuni e drammatiche conseguenze per i lavoratori, persone in alcuni casi "reclutate" senza alcuna esperienza o idoneità e messe a svolgere mansioni anche pericolose data l'altezza dei ponteggi.

Vista dall'elicottero-2

Sull'elicottero il brigadiere dell'ispettorato del lavoro era in costante comunicazione con il luogotenenete per segnalare quelli che, dall'alto, sembravano i cantieri più a rischio. In questo modo sono state controllate 10 aziende edili. Otto persone sono state denunciate in stato di libertà e sono 4 le attività sospese per gravi violazioni sulla sicurezza. Una ditta è stata invece sospesa per lavoro in nero. 

Il totale delle ammende è di 63.000 euro circa, 20mila euro invece le sanzioni amministrative. 

Le denunce 

Come dicevamo questi cantieri edili si trovano principalmente nelle zone di Turate. Denunciati in stato di libertà due amministratori unici (una donna di 49 anni e un 22enne) per omessa redazione del piano di sicurezza. Denunciati per lo stesso motivo un 60enne (titolare di una ditta) e un 54enne (legale rappresentante dell'impresa): queste 4 attività sono state sospese. 

In un cantiere sono stati denunciati in stato di libertà due operai di 37 e 38 anni che non avevano i dispositivi di protezione in caso di caduta dall'alto nonostante fossero stati messi regolarmente a disposizione dall'azienda. 

lavoratori

In un altro cantiere la denuncia è stata fatta a carico di un 46enne (amministratore e legale rappresentante) per non aver disposto misure di protezione collettiva nei lavori in quota e per non aver fatto la necessaria formazione ai lavoratori in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Omessa anche la visita medica dei lavoratori.

Infine è stato denunciato anche un 64enne, in qualità di amministratore unico di un’impresa edile, per omessa verifica di idoneità tecnico professionale della ditta a cui vengono affidati i lavori. 

Nel corso dei prossimi giorni i controlli proseguiranno per scongiurare incidenti sul posto di lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elicottero in volo sul Comasco, controlli a tappeto: cantieri irregolari e poco sicuri. 10 denunce

QuiComo è in caricamento