Cronaca

Due manichini al suolo: "E' morto il lavoro". Protesta davanti a Equitalia

Una protesta con tanto di scenografia dai toni forti quella messa in atto stamane da Luigi Sciancalepore, presidente dell'Associazione "La Speranza" con sede a Lonate Ceppino (Va). Davanta alla sede di Equitalia di Como, l'uomo ha steso due...

Una protesta con tanto di scenografia dai toni forti quella messa in atto stamane da Luigi Sciancalepore, presidente dell'Associazione "La Speranza" con sede a Lonate Ceppino (Va). Davanta alla sede di Equitalia di Como, l'uomo ha steso due manichini al suolo con il cartello "E' morto il lavoro"- e tutto intorno ha affisso altri cartelli che denunciano i sucidi di imprenditori e artigiani nel durissimo periodo della crisi e spesso anche alla prese con pesanti cartelle esattoriali. "Noi vogliamo dire basta ai suicidi di Stato - ha affermato il presidente dell'associazione - In questi anni abbiamo già contato 818 vittime, la situazione è insostenibile per molti altri. Questa situazione non è davvero più tollerabile e per questo voglio aprire il Museo della crisi. L'obiettivo è raccontare le storie degli imprenditori strozzati dal fisco e dalla politica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due manichini al suolo: "E' morto il lavoro". Protesta davanti a Equitalia

QuiComo è in caricamento