Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Due aste deserte: il minigolf dei giardini a lago rischia l'abbandono

Due aste andate deserte. L'ultima si è conclusa il 2 agosto, ma nessuno si è presentato. Il minigolf dei giardini a lago rischia dopo mezzo secolo (fu realizzato negli anni Sessanta) di essere chiuso per mancanza di qualcuno che lo voglia...

minigolf-23ago16-4

Due aste andate deserte. L'ultima si è conclusa il 2 agosto, ma nessuno si è presentato. Il minigolf dei giardini a lago rischia dopo mezzo secolo (fu realizzato negli anni Sessanta) di essere chiuso per mancanza di qualcuno che lo voglia gestire. Nemmeno gli attuali gestori hanno partecipato ai bandi, come spiega il titolare Nicola Fent: "Mi dispiace tantissimo perché ho dedicato tutta la mia vita lavorativa a questa posto. La mia famiglia lo gestisce dal 1980 e io vorrei tanto continuare ma non alle condizioni che ho trovato in questi bandi".

Uno dei problemi, per esempio, è la manutenzione e gestione dei servizi igienici a utilizzo non solo dei clienti del bar e del minigolf ma di chiunque voglia usufruirne. La cura delle toilette, insomma, stando al bando è praticamente a complete spese del gestore, eccetto poco più di 1.600 euro di contributo da parte del Comune di Como. Cifra questa che non può nemmeno lontanamente ricoprire i costi di una cura quotidiana che comprende anche saponi e carta igienica.

L'ultima speranza per evitare che il minigolf e il bar - completamente di proprietà dell'amministrazione comunale - finiscano abbandonati, è rappresentata dalla trattativa privata, come ha spiegato l'assessore al Patrimonio Marcello Iantorno: "Sono stato sorpreso dalla mancata partecipazione alle due aste eppure avevamo ricevuto manifestazioni di interesse anche da parte dell'ultimo gestore, ma non solo. Le condizioni della gara per noi sono giuste. Ora come da regolamento possiamo anche procedere a trattativa privata ed è ciò che penso forse faremo. A giorni prenderemo la decisione. E' nostra intenzione non perdere tempo e valorizzare al massimo il mini golf il bar e le altre strutture connesse e se si procederà come penso a trattativa privata cercheremo di recepire le eventuali giuste esigenze al fine di consentire la migliore e più efficace gestione della attività ".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due aste deserte: il minigolf dei giardini a lago rischia l'abbandono

QuiComo è in caricamento