Cronaca

Droga e armi: due arresti a Tavernerio e Pusiano

Mezzo chilo di cocaina, un etto di marijuana, due pistole rubate e una di dubbia provenienza. E' il bilancio della duplice operazione portata a termine dai carabinieri della compagnia di Cantù due giorni fa, tra il 13 e il 14 gennaio 2015. in...

droga-armi-15gen15-1

Mezzo chilo di cocaina, un etto di marijuana, due pistole rubate e una di dubbia provenienza. E' il bilancio della duplice operazione portata a termine dai carabinieri della compagnia di Cantù due giorni fa, tra il 13 e il 14 gennaio 2015. in carcere sono finiti due uomini di 34 e 43 anni.

Il primo, F.A., disoccupato residente a Tavernerio, già noto ai militari per problemi di droga, a seguito della perquisizione della sua abitazione è stato arrestato martedì perché trovato in possesso di circa cento grammi di marijuana e di una pistola Beretta 34 rubata nel Lecchese nel 2011. oltre all'arma in casa dell'arrestato c'erano anche 21 munizioni.

Il secondo uomo arrestato è B.E.A., 43 anni, artigiano residente a Pusiano, anche lui già noto ai carabinieri per vecchie questioni di droga. E' stato trovato in possesso di una pistola da guerra Luger P08 del 1916 con 15 colpi e della quale non si conosce il proprietario. Oltre alla Luger l'uomo possedeva anche una pistola Melior calibro 6,35 con 4 proiettili (risultata rubata in provincia di Brescia nel 2013). L'uomo aveva anche nascosto sul balcone di casa un sacchetto contenente mezzo chilo di cocaina.

Entrambi gli arrestati sono stati portati al carcere Bassone di Como. Devono ora rispondere dei reati di detenzione abusiva di armi comuni da sparo (e nel caso della Luger anche di detenzione di armi da guerra), ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga e armi: due arresti a Tavernerio e Pusiano

QuiComo è in caricamento