Cronaca

Più di 2 chili di cocaina in un deposito a Varese, ma spacciava nel Comasco: bloccato e arrestato

L'operaio, di origini albanese, aveva un grosso giro di spaccio tra le province di Como, Lecco e Varese: trovati anche soldi marijuana

I Carabinieri della Sezione Operativa del Norm della Compagnia di Como hanno tratto in arresto un cittadino albanese operaio, residente a confine territorio tra le province di Como e Varese; sull’uomo i militari avevano già iniziato accertamenti per cessione di droga, cocaina, avvenute nei dintorni di Como. Nel corso delle indagini è però emerso che l’arrestato aveva la disponibilità di un magazzino nella provincia di Varese ove verosimilmente deteneva lo stupefacente: nel pomeriggio di ieri, ritenendo che il soggetto si recasse presso il deposito per prelevare la droga, i Carabinieri lo hanno seguito, predisponendo per la perquisizione anche l’intervento delle unità cinofile, antiesplosivo e antidroga, del Nucleo Cinofili di Casatenovo (LC). L’arrestato è stato seguito dalla provincia comasca e bloccato proprio al momento di accedere: dalla perquisizione che ne è seguita sono stati rinvenuti circa 2,2Kg di Cocaina, una decina di dosi tra marijuana e hashish, materiale per confezionamento di grossi quantitativi (macchina sottovuoto, scotch da pacchi etc) ma soprattutto circa 19.000€ in contanti, ritenuti provento di attività di spaccio e pertanto sequestrati. L’uomo è stato dichiarato in arresto e accompagnato presso il carcere di Varese.

L’arresto è avvenuto nella serata di giovedì 4 febbraio. Nel mentre c’è stata la convalida in carcere (ieri sera, 6 febbraio)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più di 2 chili di cocaina in un deposito a Varese, ma spacciava nel Comasco: bloccato e arrestato

QuiComo è in caricamento