Da assessore a pendolare: Iantorno sperimenta la Stazione San Giovanni e si infuria

Come molti viaggiatori, l'assessore al Patrimonio di Palazzo Cernezzi, Marcello Iantorno, si è imbattuto in un disservizio che da qualche tempo sperimentano sulla propria pelle i pendolari comaschi alla Stazione San Giovanni. Ed esattamente come...

Assessore Marcello Iantorno, presidente commissione elettorale

Come molti viaggiatori, l'assessore al Patrimonio di Palazzo Cernezzi, Marcello Iantorno, si è imbattuto in un disservizio che da qualche tempo sperimentano sulla propria pelle i pendolari comaschi alla Stazione San Giovanni. Ed esattamente come un pendolare-tipo, lo stesso assessore ha preso carta e penna e a nome di molti altri viaggiatori ha presentato un reclamo scritto alla Ferrovie. Il disservizio principale - comunque non l'unico, come leggerete - verte sull'eliminazione del quadro-orari delle partenze dalla Stazione Centrale di Milano, spesso consultato anche da chi parte da Como per controllare coincidenza, partenze e arrivi nella metropoli lombarda.

"A parte i disservizi noti e storici - spiega lo stesso Iantorno - che costringono i poveri passeggeri provenienti o diretti al binario 3 a sforzi per il trasporto del bagaglio a causa dell'assenza di una scala mobile, da metà dicembre è stato tolto dai responsabili anche il quadro degli orari delle partenze dalla stazione di Milano Centrale per le più importanti stazioni italiane. Così, di fatto, si costringono gli interessati a estenuanti attese per colloquiare con il personale delle biglietterie e gli stessi addetti devono assolvere a compiti di informazioni esorbitanti e non dovute ".

reclamo-iantorno"Sono tante le proteste di cittadini e dipendenti che ho raccolto, finora inutilmente. Questa mattina, dunque, per primo ho verbalmente protestato con il dirigente dei movimenti e poi ho inoltrato un reclamo per iscritto e formalmente invitato anche il collega Luigi Cavadini a unirsi, essendo evidente il disagio ai viaggiatori e ai turisti".

Chissà se l'unione tra i disagi storici dei viaggiatori e la furia dell'assessore produrrà risultati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona arancione da lunedì 11 gennaio: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Parla Sarah la (ex) fidanzata comasca di Genovese: "Non faccio più uso di droghe"

Torna su
QuiComo è in caricamento