Coppia comasca in Versilia: 35 euro per una cenetta di pesce. Senza polemica

La coppia di comaschi in vacanza a Marina di Pietrasanta, in Versilia, comune balneare al confine con Forte dei Marmi, fa subito una doverosa precisazione: "In questo caso ci siamo trovati benissimo, ma in un'occasione è capitato anche di mangiare...

Coppia comasca in Versilia: 35 euro per una cenetta di pesce. Senza polemica

La coppia di comaschi in vacanza a Marina di Pietrasanta, in Versilia, comune balneare al confine con Forte dei Marmi, fa subito una doverosa precisazione: "In questo caso ci siamo trovati benissimo, ma in un'occasione è capitato anche di mangiare meno e spendere di più". Un modo sincero per dire che ogni città, ogni regione, ogni località può presentare insidie e piccoli paradisi in ambito enogastronomico. Certo è, però, che - se come noi e come i nostri lettori - si prende l'argomento come una curiosità e magari come un semplice stimolo a dibattere con serenità sull'argomento, il confronto tra lo scontrino che ci giunge dal mare della Toscana e quello che soltanto pochi giorni fa ci aveva inviato un altro lettore dopo una cena in una pizzeria del centro storico di Como, è impietoso.

Il caso di partenza - preso come piccolo e simpatico spunto agostano dai comaschi in trasferta - è quello già noto: 31 euro, in città murata, per le sole voci riguardanti 2 pizze (25 euro totali per una 4 stagioni e una Tirolese) e il coperto (3 euro a testa, 6 totali). Aggiungendo a queste voci anche i prezzi dell’acqua gasata (3,50 euro), di 2 caffè (4 euro totali) e di due birre (12,50 euro in totale) ecco la somma finale a quota 51 (qui comunque trovate l'articolo integrale). Lo scontrino della pizzeria di ComoDa qui, ecco la curiosità di mettere a paragone (senza alcuna pretesta di scientificità, ovviamente) la cena consumata dalla coppia di comaschi ("con porzioni generose") il 31 luglio scorso in un ristorantino di Pietrasanta che su Tripadvisor - notissimo (ma anche contestatissimo) sito-bibbia delle recensioni dei clienti - dopo 465 valutazioni segnala 4 stelle su 5 (omettiamo il nome per "parità" con l'esercizio di Como). Ebbene, come si può vedere dallo scontrino, l'intera cena in gran parte a base di pesce (insalata di mare mista a 9 euro, spaghetti allo scoglio 8, spaghetti alla carrettiera 6, dolce che in realtà corrisponde a prosciutto e melone 2, mezzo litro di vino della casa 4.20, bottiglia di acqua naturale 1.50, un caffè 1.30, servizio/coperto 3.20 portati a 3) è costata 35 euro. Ovvero, soltanto 4 euro più delle sole 2 pizze più doppio coperto nella pizzeria del centro di Como.

Certo, è difficile fare paragoni tra piatti tanto diversi, in località distanti chilometri, senza parametri oggettivi (se mai esistono) relativi alla qualità dei cibi (però descritti come buoni/ottimi in entrambi i casi). La disparità tra una cifra simile e le portate servite, però, è oggettivamente enorme.

E se è certamente vero che anche in Versilia ci saranno ristoranti e pizzerie molto più cari, magari ingiustificatamente, e a Como ci sono ristoranti eccellenti a prezzi abbordabilissimi, il caso di specie rimane curioso. Curioso: lo spirito con cui saranno liete le eventuali valutazioni dei lettori, in pieno agosto, nel cuore del weekend e su un tema più gustoso che da "guerra civile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Lombardia e Como in zona arancione da lunedì 11 gennaio: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Parla Sarah la (ex) fidanzata comasca di Genovese: "Non faccio più uso di droghe"

Torna su
QuiComo è in caricamento