Cronaca

Il Consiglio di Stato boccia l'ordinanza antimovida del Comune di Como

Sentenza del Consiglio di Stato: l'ordinanza del sindaco Stefano Bruni che ha imposto la chiusura dei bar a mezzanotte durante la settimana, è illegittima. Il Consiglio di Stato ha dato ragione all'associazione dei commercianti Confcommercio che...

sentenza antimovida 003

Sentenza del Consiglio di Stato: l'ordinanza del sindaco Stefano Bruni che ha imposto la chiusura dei bar a mezzanotte durante la settimana, è illegittima. Il Consiglio di Stato ha dato ragione all'associazione dei commercianti Confcommercio che negli scorsi mesi ha presentato ricorso per chiedere l'annullamento del provvedimento che ha suscitato tanto clamore e tante polemiche, soprattutto tra gli esercenti (ma anche tra la clientela dei locali).

"Una vittoria - ha commentato il presidente di Confcommercio Como Ginasilvio Primavesi - di chi vuole fare le cose secondo la legge, senza abusi o forzature. Per noi è una soddisfazione perché la sentenza del Consiglio di Stato (leggi il documento) dimostra che le nostre teorie erano basate sulla legittimità e non su pretese assurde. Altri volevano cambiare la logica delle cose, ma non ci sono riusciti".

La sentenza prende le mosse da alcune considerazioni, come il fatto che "l'interesse alla quiete pubblica, alla sicurezza, al decoro, all'igiene urbana, in base ai quali è stata adottata l'ordinanza sindacale, vanno contemperati con l'interesse all'attività produttiva, che non è di minore dignità". La sentenza, poi, ritiene che ci sia un "difetto di istruttoria che contraddistingue l'attività propedeutica all'adozione del provvedimento sia in relazione alla misurazione dei livelli di rumorosità, sia alla diversa incidenza sui livelli di rumorosità delle singole tipologie di attività" e quindi "alla insufficiente considerazione dell'interesse degli appellanti (gli esercenti, ndr) ad un soddisfacente e remunerativo esercizio dell'attività commerciale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Consiglio di Stato boccia l'ordinanza antimovida del Comune di Como

QuiComo è in caricamento