Cronaca

Ubriachi, violenti e molesti: le notti alcoliche di Como

Dall'uomo che minacciava i passanti con una forbice, al ragazzo che ha costretto il bus a fermarsi: gli interventi della Polizia Locale

Lla Polizia Locale è intervenuta molte volte negli ultimi mesi per casi di ubriachezza molesta. Il report parziale inviato rende l'idea di come purtroppo in questi mesi si siano intensificati certi atteggiamenti e i reati a loro connessi.

L’1 luglio alle 23,45 è stato accertato che un cittadino extracomunitario, già con ordine di allontanamento del Questore di Como, minacciava i passanti e gli avventori dei locali in viale Geno con una forbice con lama di 9.5 cm. E' stato deferito all'Autorità Giudiziaria per minacce aggravate e porto abusivo d'arma, nonché sanzionato per ubriachezza molesta.

Il 5 luglio alle 22,10 il personale del Comando è intervenuto in Piazza Cavour per la presenza di una persona in stato di alterazione. L’uomo, di nazionalità svizzera, in stato confusionale, aveva abbandonato il veicolo in mezzo alla carreggiata e lo stava scaricando di tutto il suo contenuto. Ogni tentativo di interloquire con la persona risultava vano, tantomeno si riusciva a identificarlo. Il soggetto è stato deferito all'Autorità Giudiziaria per il reato di resistenza e rifiuto di fornire le generalità. Visto lo stato di agitazione, è stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di San Fermo della Battaglia, dove a seguito di un colloquio psichiatrico è stato verificato che soffriva di una patologia psichiatrica da oltre trent'anni e da diversi giorni aveva interrotto volontariamente la cura.

Il 18 luglio alle 5,50 circa un cittadino italiano di 19 anni è stato sorpreso in evidente stato di alterazione mentre costringeva un bus di linea a fermarsi e per futili motivi e iniziava a prenderlo a calci. Nel frangente ha rifiutato di fornire le proprie generalità. E’ stato poi deferito all'Autorità Giudiziaria per interruzione di pubblico servizio e rifiuto di fornire le generalità, e sanzionato per ubriachezza molesta.

Si può notare come questi casi si verifichino quasi sempre in orari serali e notturni.

La riorganizzazione delle attività di presidio della Polizia Locale ha di fatto permesso una più articolata predisposizione dell'aliquota serale e notturna, anche con la presenza di un ufficiale, nell'ottica di una più ampia strategia di politiche di sicurezza integrata, coordinate dalla Prefettura e in stretta correlazione con le Forze di Polizia.

La sicurezza sulle strade 

Una particolare attenzione, nei presidi serali e notturni, viene data alla sicurezza della circolazione attraverso controlli del rispetto dei limiti di velocità, della guida in stato di ebbrezza, delle dotazioni di sicurezza dei veicoli.

I dati elencati di seguito, che riguardano gli ultimi due mesi, evidenziano l'importanza del lavoro di presidio effettuato dagli operatori.

ART. 142 (eccesso velocità)

CONTESTATI nel mese di GIUGNO 40 – di cui 34 PATENTI RITIRATE

CONTESTATI nel mese di LUGLIO 14 - di cui 13 PATENTI RITIRATE

ART. 186 (Guida in stato di ebbrezza al di fuori di quelli accertati in caso di sinistri stradali)

GIUGNO: 1

LUGLIO: 4

ART. 187

GIUGNO-LUGLIO: 0

I dati dell'Infortunistica stradale dall’1 maggio al 22 luglio 2021 pongono l'accento sui casi di incidenti causati da guida in stato di ebbrezza e sotto l'effetto di sostanze stupefacenti.

Totale sinistri 137

Art. 186 (Guida in stato di ebbrezza): 6

Art. 187 (Guida in stato di alterazione psicofisica per uso di sostanze stupefacenti): 2

Rifiuto test alcolemico: 1

Omissione di soccorso: 2

Patenti sospese: 37

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriachi, violenti e molesti: le notti alcoliche di Como

QuiComo è in caricamento